ARTE ALCHEMICA IN ROSANERA

102 c'è scritto: "Rosa Nera, for example, had initially rejected Hebert's request's to pose; only after she had been seduced, abandoned, borne a child out af wedlock and was shunned by other villagers did she agree to work with Hebert.

12/set/2010 12.55.02 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Appendice alla presentazione dell'opera teatrale " Alchimia di Rosanera ",
ideata e scritta da Gennaro Francione

ARTE ALCHEMICA IN ROSANERA

Nel libro " The invention of the model:artist and models in Paris 1830-1870
di Susan Waller ",edito da Ashgate Publishing Company, Suite 420,101 Cherry
Street, Burlington VT05401-4405 USA, a pag. 102 c'è scritto:
"Rosa Nera, for example, had initially rejected Hebert's request's to pose;
only after she had been seduced, abandoned, borne a child out af wedlock and
was shunned by other villagers did she agree to work with Hebert. In har own
village, Rosa Nera became an autcast because she violated community mores; in
the Parisian context,however, her history provided a narrative framework that
was missing from Hebert's scenes of quotidian life- and confirmed the
stereotype of the passionate, sensual italian peasant ".

Tradotto in italiano:
"Rosa Nera, ad esempio, inizialmente rifiutò l'offerta di Hebert di posare;
"Solo dopo che era stata sedotta, abbandonata, con a carico un figlio fuori dal
matrimonio, evitata dagli altri abitanti del villaggio, lei accetta di lavorare
con Hebert. Nel suo villaggio Rosanera divenne una reietta perchè aveva violato
i costumi della comunità; nel contesto parigino, tuttavia, la sua storia ha
fornito un quadro narrativo che mancava dalle scene di vita quotidiana di
Hebert e haconfermato lo stereotipo del passionale, sensuale contadino italiano
".

Ciò conferma la giusta intuizione del giudice-drammaturgo Gennaro Francione
che ha voluto creare l'opera teatrale " Alchimia di Rosanera " trasportando
genialmente questa nota modella di Cervara nel limbo degli artisti, dove la
dimensione del reale perde i suoi normali toni, per assumere quelli
soprannaturali del paradosso. Adesso dovrebbe essere a tutti chiara la sintesi
descrittiva che questo autore fa della sua opera, espressa nelle brevi frasi "
Rosanera è una bellissima modella-prostituta di Cervara, il paese fantastico
degli artisti. La lotta per la conquista del suo amore tra il Poeta, il
Drammaturgo, il Pittore porta quest'ultimo a un viaggio infero alla ricerca di
una rigenerazione della colpa e dell'arte guidato dallastessa Rosanera, Vampiro
Angelico. E' primo anello di una catena liberatoria verso il paradiso della
natura di Campaegli che coinvolgerà, infine, l'intero villaggio ".
E' la sublimazione di un dramma: quello vissuto realmente da Rosanera. Mi
auguro che venga rappresentata al più presto a Cervara di Roma.
Costanzo D'Agostino




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl