Sanità in rosso, fondi pubblici ai cani.

29/set/2010 09.09.24 S.I.Ve.L.P. Sindacato Vet. Liberi Professionisti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il sindacato dei medici veterinari liberi professionisti -SIVeLP- ritiene inammissibile che si continuino ad utilizzare risorse della sanità per ospedali veterinari, ambulatori e stutture di cura per animali, mentre si chiedono sacrifici ai cittadini per i conti in rosso del comparto. In Italia vi è una presenza capillare sul territorio di strutture private. Non si giustifica l'intervento pubblico in questo ambito, spesso motivato dal "pretesto" di curare i randagi. In Campania si parla di chiudere l'ospedale di Bisaccia, ma non dell'ospedale veterinario del Frullone di Napoli. In Veneto non si ipotizza nemmeno la chiusura di analoghe strutture veterinarie presenti a Padova ed in altre città. Prima di procurare disagi ai cittadini, sarebbe opportuna una riflessione sull'opportunità di mantenere simili servizi non essenziali.

SIVeLP

info@sivelp.it

tel. 800 126462

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl