UN FLOP LA PROTESTA CONTRO IL PARRELLI

Per oltre un mese e mezzo si erano mobilitati circa 7/8 individui, tra cui il famoso autore di una richiesta al ministro Tremonti di 20 milioni di euro per debellare il fenomeno del randagismo attraverso un suo particolare metodo scientifico.

04/ott/2010 13.42.42 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
UN FLOP LA PROTESTA CONTRO IL PARRELLI

Sull'onda emotiva prodotta da alcune falsità diffuse attraverso Internet contro il Rifugio Parrelli, è stata organizzata il 2 ottobre scorso una manifestazione di protesta nei pressi del Rifugio. Per oltre un mese e mezzo si erano mobilitati circa 7/8 individui, tra cui il famoso autore di una richiesta al ministro Tremonti di 20 milioni di euro per debellare il fenomeno del randagismo attraverso un suo particolare metodo scientifico. Tra questi organizzatori, compresi familiari, amici e conoscenti, di cui alcuni venuti da fuori Roma, si è contato un nutrito nugolo di circa 40 persone. Ad un cittadino del quartiere Prenestino, che passava nei paraggi per caso e che si era soffermato un attimo perchè incuriosito dalla consistente presenza di uomini e mezzi della polizia, dei carabinieri e dei vigili urbani, sono stati spiegati, da un organizzatore dell'evento, i motivi sottostanti alla protesta. Dopo aver pazientemente ascoltato, il passante ha espresso la sua personale solidarietà agli animali, chiarendo che lui, in verità, si trovava lì per chiedere a qualcuno dei presenti dove si trovasse la fermata dell'autobus per andare a stazione Termini. Tutto ciò la dice lunga sulla credibilità di chi inventa continue, fantasiose storie per danneggiare il Rifugio Parrelli e la sua immagine pubblica.

Un volontario del Rifugio Parrelli


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl