Raccolta firme per diffondere ampiamente i Diritti Umani a Fano

06/ott/2010 18.18.36 "Amici di L. Ron Hubbard" Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’da poco trascorsa la Giornata Mondiale per la Gioventù indetta dell’ONU dedicata ai Diritti

Umani, ma le iniziative allo scopo di elevare la consapevolezza generale a riguardo continuano,

infatti i volontari “Amici di L. Ron Hubbard” del Dipartimento della Chiesa di Scientology delle

Marche nella giornata di martedì 05 ottobre presenteranno ai titolari degli esercizi pubblici di Fano

la petizione sui diritti umani per eventuali adesioni.

 

La petizione è un’iniziativa che sta venendo supportata da molte associazioni ed individui

nell’ambito del progetto umanitario internazionale “Gioventù per i Diritti Umani”

(www.youthforhumanrights.org) che ha elaborato una serie di strumenti didattico-educativi,

imperniati sul testo della Dichiarazione Universale dell’ONU del 1948, di cui si propone

l’insegnamento anche oltre l’ambito scolastico. Tali strumenti sono infatti utilizzati in diversi

contesti per i giovani e gli adulti, dallo sport alla musica, ispirando nel mondo eventi di ogni genere

e concerti pro-diritti umani.

 

Il fondatore della religione di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato che “I Diritti Umani

devono essere resi un fatto, non un sogno idealistico”.

 

Allo stesso tempo vengono portate avanti anche altre iniziative nell’ambito scolastico per

coinvolgere anche i docenti nel sensibilizzare i ragazzi delle scuole.

 

In un mondo così caotico e turbolento dove i fatti di violenza sono all’ordine del giorno, mantenere

rispetto e pace tra persone e popoli è fondamentale, affinché si possa vivere in armonia ed

assaporare i piaceri della vita e condividerli con i vari gruppi di lavoro, familiari, nell’ambiente

scolastico, ecc., sono tutti obiettivi ottenibili anche attraverso il rispetto dei 30 punti della

Dichiarazione dei Diritti Umani.

 

La DICHIARAZIONE si compone di 30 articoli. 30 articoli che sanciscono i diritti inalienabili

dell’uomo alla salute, all’educazione, al nutrimento, a un matrimonio e a una famiglia, alla

partecipazione alla vita pubblica, alla libertà da torture e da arresti arbitrari. 30 articoli che hanno

raccolto forse il più alto consenso morale, ma allo stesso tempo sono stati al centro del più alto

numero di violazioni da parte di ogni stato del mondo. Si perché i rapporti annuali dimostrano

come anche i paesi più “civilizzati”, Italia compresa, rientrano nella lista nera. Da qui la necessità

di ricordare costantemente sia i progressi registrati negli ultimi decenni, sia l’esistenza di milioni di

persone al mondo che non godono nemmeno delle loro libertà naturali ei essere umani.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl