DICIAMO NO ALLA DROGA CON UN TORNEO DI CALCETTO

DICIAMO NO ALLA DROGA CON UN TORNEO DI CALCETTO Leggiamo sui giornali locali quasi ogni giorno notizie legate al traffico di droga, come quello dello dei giorni scorsi, di uno spacciatore che vendeva le sue dosi con sua figlia di 5 anni in braccio.

26/ott/2010 16.52.24 Chiesa di Scientology di Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Leggiamo sui giornali locali quasi ogni giorno notizie legate al traffico di droga, come quello

dello dei giorni scorsi, di uno spacciatore che vendeva le sue dosi con sua figlia di 5 anni in braccio.

Che lo spaccio in città sia sempre il nemico numero uno è un fatto, ma la preoccupazione principale

è rivolta ai potenziali clienti; i giovani che quotidianamente si trovano stimolati all’ acquisto di una

dose al mercato della droga. Per andare contro corrente con un messaggio chiaro e forte, i volontari

dell’ associazione Dico no alla droga sez. Padova, con il supporto dei volontari della “ Amici di L.

Ron Hubbard” stanno lavorando in questi giorni spalla a spalla a Padova per la realizzaizione del 2°

Torneo di calcetto a 5 DICO NO ALLA DROGA. Il torneo che si terrà a Novembre al campetto S.

Carlo all’ Arcella, ha aperto le iscrizioni lo scorso 15 ottobre.

 

Per coinvolgere molti ragazzi a partecipare, i volontari si sono attivati in distribuzioni di

volantini e attività di sensibilizzazione, che hanno lo scopo di coinvolgere i giovani e chiunque

voglia partecipare, alla creazione di questo momento di aggregazione, all’ insegna dello sport come

veicolo per incrementare la consapevolezza della vita sana in contrapposizione al mondo della

droga.

 

“ Può essere facile cadere nell’ inferno della droga, - sostiene Roberto Lanzolla, un

coordinatore dell’ iniziativa - specie quando ti trovi gli spacciatori fuori dalla porta di casa, nei pressi

delle scuole, nei punti di ritrovo ecc… il fatto che un amico ti offra la droga, deve essere considerato

come qualcuno che ti sta SPACCIANDO la droga. Lui sta guadagnando i soldi della sua dose sulla

tua pelle, e la cosa peggiore è che lui lo sa che cosa sta facendo. Dire no al mondo della droga con

una presa di posizione chiara può essere certamente una delle motivazioni per partecipare a questo

torneo. E’ semplice, ma è molto importante sapere che ci sono anche tanti altri ragazzi come te che

dicono No alla droga e trovano nello sport la gioia di vivere, come sostiene anche il filosofo ed

umanitario L. Ron Hubbard, che nelle sue opere sostiene, “ Le droghe privano la vita delle gioie e

delle emozioni, che sono comunque, l’ unica ragione di vita.”

 

Partecipa anche con i tuoi amici! Per iscrizioni o informazioni 328.4611298 email

noalladrogapadova@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl