Scandy e la Costituzione Italiana

13/nov/2010 21.22.45 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
SCANDY E LA COSTITUZIONE ITALIANA

Uno dei tanti amici che stanno seguendo le vicende culturali inerenti il fumetto " Scandy ", ( di cui è appena uscito il primo numero ed è in corso una lotta contro il tempo per far uscire i successivi ) e la sua relazione col palazzo Scanderbeg di Roma che per sempre più cittadini imparziali deve divenire sede museale o quantomeno culturale in onore dell'eroe albanese ed europeo Giorgio Castriota Scanderbeg, ha espresso un commento che, riteniamo, abbia bisogno di una spiegazione chiara ed esaustiva. Questo amico, nel suo commento, sostiene che il palazzo Scanderbeg, essendo una proprietà privata, non può essere suscettibile di pressioni o pretese che travalichino la volontà degli attuali proprietari.
Abbiamo pregato l'amico scrittore-drammaturgo Gennaro Francione, da poco tempo uscito dalla magistratura per la meritata pensione, di illuminarci su tale questione. Ecco quanto ci ha risposto: " Se l'art. 41 della nostra Costituzione recita che "L'iniziativa economica privata è libera" , pone altresì contemporaneamente un limite fondamentale e cioè che essa " Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana". Anzi: "La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali". La mancata utilizzazione del palazzo Scanderbeg come sede museale o culturale, ci sembra ovvio, recherebbe danno alla dignità umana. Non solo secondo il giudice Francione che, in fatto di diritto, è un'avanguardia riconosciuta, ma in questo specifico caso anche secondo la nostra Carta Costituzionale.

Raul Karelia










blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl