L'infanzia negata! Giornata mondiale del Fanciullo

22/nov/2010 18.50.44 Missione della Chiesa di Scientology di Barletta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Camminavo per strada...una mattina come tante...supermercato, panificio, casa...fuori le porte del supermercato una mamma seduta sul gradino con un bimbo in braccio attaccato al seno, chiedeva l'elemosina; a 50 metri più giù passo davanti ai locali di un noto asilo della mia città e le urla dell'insegnante superano il caos del traffico "...bambini silenzioooo..."; a 100 metri più avanti sul marciapiede sinistro una mamma strattona pesantemente il suo bimbo che non vuole andare all'asilo e difronte, davanti alla vetrina di un bar stracolmo un bimbo di circa 12 anni, con uno più piccolo (massimo 7 anni) suona una piccola fisarmonica e dice "...ho fame..." e nella testa un titolo... "l'infanzia negata".  

Non ci sono commenti da esprimere, né pensieri da fare: bisogna agire; bisogna fare. Bisogna che le persone facciano propri i loro diritti e che le nuove generazioni crescano con la consapevolezza di che cosa sono i diritti umani. Non c'è tempo da perdere, non c'è posto per le disquisizioni, per l'elemosina, per la commozione e poi...basta! Bisogna "FARE" qualcosa riguardo. 

Anche per questo si continua a spingere la Campagna internazionale per i Diritti Umani e

per l'occasione oltre al consueto appuntamento del venerdì a Barletta, domenica 21 nella sala conferenza della Missione della Chiesa di Scientology , ci sarà l'evento "Bimbi in festa"; i fanciulli del quartiere, con altri bambini di varie comunità religiose, guarderanno il DVD "La Storia dei Diritti Umani", esprimeranno per iscritto un loro pensiero e poi giocheranno tutti insieme con gli "Artisti di Strada" guidati da Simone che ha accettato di essere presente offrendo così il suo contributo. Ad ognuno di loro sarà regalato l'opuscolo che descrive i 30 diritti umani con l'accordo dei genitori che lo portino ognuno nella propria classe, che ne parlino nelle scuole e con i compagni. 

Sostiene Mary Tuosto, la coordinatrice dell'iniziativa: "Non ricordo se è un libro che ho letto o una canzone o un film, ma ciò che non cambia è la mia idea dell'infanzia negata! E il pensiero si allarga come un cerchio nel mare quando lancio un sassolino...e racchiude migliaia di immagini...viste in tv, lette sui giornali, imparate a scuola: l'infanzia negata, abbattuta, sfruttata, violentata, degradata, abbandonata, militarizzata, drogata, succhiata, divorata, insultata...uccisa! 

Il 20 novembre è l'anniversario della "Convenzione dei Diritti del Fanciullo"...in Italia (da una

stima presentata in questa occasione l'anno passato) sono 500mila i minorenni che lavorano invece che andare a scuola; nel resto del mondo sono circa 75milioni i bimbi che non hanno accesso all'istruzione; i grandi cataclismi della terra hanno tolto i genitori a circa 15milioni di piccoli...l'infanzia negata.In realtà la "Convenzione" nasce da un approfondimento della "Dichiarazione universale dei diritti del fanciullo" (1959) ed era il risultato di una applicazione alla "Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo" (1948); il preambolo al documento recita: "l'umanità ha il dovere di dare ai bambini il meglio di se stessa". 

Istruire in modo semplice i bambini sui propri diritti è parte integrante delle attività per fare in modo che essi siano tutelati e li facciano rispettare.Un sassolino nel mare il cerchio che si allarga...con loro e per loro affinchè si possa cancellare dall'umanità "infanzia negata".   

Per info: youthforhumanright

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl