scuola dell'infanzia per tutti

scuola dell'infanzia per tutti

12/set/2005 19.16.29 Comitato bolognese Scuola e Costituzione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
vi inviamo il seguente comunicato stilato da tre associazioni bolognesi con preghiera di pubblicazione

La scuola dell’infanzia statale è un diritto costituzionale. E’ dovere di ogni Istituzione della Repubblica garantirla a tutti.
Un plauso alle scelte del Comune di Bologna.
 
Anche quest’anno centinaia di bambini e bambini del nostro territorio non hanno trovato posto nella scuola dell’infanzia statale.
Ciò succede nonostante la legislazione di tutti i paesi europei e la stessa legge Moratti riconosca che la scuola per i bambini dai 3 ai 6 anni faccia parte a pieno titolo del sistema scolastico nazionale.
Nel 1968 è stata istituita la scuola dell’infanzia statale. Il suo ruolo è però stato messo in discussione da due anni dai provvedimenti del Governo di centro destra, che, non assumendo gli insegnanti necessari, ha privato tanti  bambini di un periodo di formazione fondamentale per la loro crescita e il loro futuro.
Poiché l’accesso alla scuola statale è un diritto costituzionale è dovere di ogni Istituzione della Repubblica darsi da fare per garantire a tutti l’esercizio di questo diritto.
Le sottoscritte associazioni condividono il grido d’allarme evidenziato dal comunicato di domenica 11 settembre della Conferenza metropolitana “Per la scuola dell’infanzia”.
Le sottoscritte associazioni sostengono che la strada giusta è quella scelta dal Comune di Bologna, che ha investito proprie risorse, stipulato accordi con le Direzioni delle scuole statali e assunto insegnanti iscritti nelle proprie graduatorie pubbliche, per garantire ai propri cittadini la frequenza della scuola dell’infanzia statale, mantenendo comunque l’impegno per le proprie scuole comunali.
Chiedono che tali scelte siano fatte proprie da tutti i comuni della Provincia e della Regione e che il rispetto dei diritti dei nostri bambini, che sono il futuro della nostra società, diventi un obiettivo primario delle politiche del prossimo Governo, al quale occorre chiedere un impegno preciso per nuovi investimenti atti a garantire la scuola dell’infanzia statale a tutti.
Dissentono da ogni tentazione di appaltare ai privati la copertura di un diritto fondamentale, com’è quello all’istruzione, convinti che solo la scuola gestita dallo Stato possa garantire il pluralismo culturale necessario per essere cittadini consapevoli di una società multiculturale.
Le sottoscritte associazioni lanciano a tutti i cittadini e alle amministrazioni della nostra provincia e regione l’idea di una grande manifestazione popolare per sostenere il diritto alla scuola di tutti e per tutti.

Comitato “La scuola che vogliamo” Bologna, Comitato bolognese Scuola e Costituzione, Coordinamento genitori democratici di Bologna.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl