L’ITALIA A CHI LA AMA

15 Aprile 2011 _" "Marocco e Italia: due secoli di storia comune" Attraverso un analisi storica si metteranno in luce i tanti rapporti che sono intercorsi tra il Regno del Marocco (uno degli Stati più antichi della sponda sud del Mediterraneo) e gli Stati pre unitari prima, e il Regno d'Italia poi.

31/mar/2011 14.35.05 associazione euromediterranea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L’ITALIA A CHI LA AMA

Nel contesto delle celebrazioni per i 150 anni della proclamazione dell’Unità
Nazionale, l’Associazione Lodi Protagonista, Il gruppo consiliare PDL in
Provincia di Lodi, il Commissariato Straordinario per il Lodigiano dell’
Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e l’Associazione Culturale
Euromediterrana di Mulazzano , un ciclo di incontri per conoscere le Nazioni e
le culture dei Paesi da cui provengono i maggiori flussi migratori. Secondo i
dati ISTAT al 1 Gennaio 2010 la popolazione residente in Provincia di Lodi ,
non italiana è di 21.728 un dato che fa riflettere e che necessita di essere
approfondito. L’immigrazione non è più un fenomeno, bensì è qualcosa di
strutturale nella società , come lo dimostrano anche la vivacità economica
rappresentata dall’imprenditoria straniera. In quest’anno in cui si celebra il
nostro Risorgimento, fenomeno, che fu sempre “inclusivo” e mai “esclusivo” ci è
parso corretto dare uno sguardo ai rapporti che nel corso della Storia sono
intercorsi tra l’Italia e i Paesi di più ampia immigrazione , questo per far
comprendere cosa ci lega a quelle Nazioni non solo nel passato ma anche nel
presente.


15 Aprile 2011 �“ “Marocco e Italia : due secoli di storia comune”

Attraverso un analisi storica si metteranno in luce i tanti rapporti che sono
intercorsi tra il Regno del Marocco (uno degli Stati più antichi della sponda
sud del Mediterraneo) e gli Stati pre unitari prima , e il Regno d’Italia poi.
L’incontro permetterà anche di conoscere il Marocco di oggi , attraverso una
serie di analisi sulla situazione del Regno, delle riforme apportate da S. M
Mohammed VI , in tema ad esempio di riforma del diritto di famiglia, di
democratizzazione della società, di riforma federale dello Stato e di
salvaguardia dell’unità Nazionale. Quest’ultimo punto analizzerà la situazione
del Sahara Marocchino e della sua indiscutibile appartenenza al Regno del
Marocco.
Secondo dati Istat al 1/1/10 la comunità marocchina del lodigiano è composta
da circa 2.431


20 Maggio 2011- “Italiani di Romania : una storia dimenticata”

La comunità rumena del lodigiano è composta da più di 5000 persone, una
comunità che ha avuto un forte incremento e che rappresenta la prima comunità
nel territorio. Come cittadini comunitari i rumeni potranno svolgere anche il
loro diritto elettorale attivo e passivo alle elezioni amministrative. La
Romania, rappresenta un paradosso della Storia. Unica nazione latina nel mare
slavo , unica popolazione latina di prevalente religione ortodossa. Notevoli
furono i contatti tra Italia e Romania nel corso delle varie epoche ma, l’
incontro proposto vuole porre l’accento sull’epopea della minoranza italiana in
Romania, una componente che raggiunse numeri considerevoli e che contribui non
solo alla costruzione dello Stato Rumeno ma che dopo la caduta del Comunismo a
ritrovato nuova vitalità e dignità.









10 giugno 2011 “Albania :La Stella d’Italia e il Paese delle Aquile”

Forte dei sui 2957 componenti gli albanesi rappresentano la prima comunità
straniera nel lodigiano , la seconda se si considera la popolazione immigrata.
Italia e Albania hanno spartito da sempre la loro storia. La Comunità Albanese
in Italia (la più antica minoranza presente sul territorio nazionale) conturbi
non poco al processo risorgimentale e alla successiva costruzione dello Stato
post Unitario. A questa piccola ma operosa comunità, dopo la caduta del
comunismo, si sono aggiunti altri cittadini del “Paese delle Aquile” . Oggi l’
Albania è un paese che guarda all’Italia e all’Europa con sguardo nuovo e per
questo si ritiene giusto ricordare i legami che hanno unito questi due Paesi
divisi solo dal mar mediterraneo e che assieme posso contribuire alla
stabilizzazione dell’area dei Balcani occidentali.


23 Settembre 2011 “Gandhi e Mazzini : la storia di due uomini e di due
Nazione cosi lontane e cosi vicine

Gandhi , padre dell’India moderna, e Mazzini, Padre della liberà italiana e
apostolo delle cause nazionali di ogni Nazione oppressa, ci permettono di
introdurre la serata dedicata ai rapporti tra Italia e India, due nazione tanto
lontane ma mai così vicine. Un viaggio alla scoperta dell’India, e della
comunità indiana (1092 nel Lodigiana) spesso sconosciuta o poco nota

21 Ottobre 2011:
Incontro finale con i rappresentanti delle comunità immigrate nel Lodigiano
sui temi della legalità e dell’integrazione



Le relazioni saranno tenute dal Dott. Marco Baratto
Presidente dell’Associazione Culturale Euromediterranea


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl