LA DITTATURA DELLA SIAE

LA DITTATURA DELLA SIAE LA DITTATURA DELLA SIAE

28/set/2005 21.56.03 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LA DITTATURA DELLA SIAE

La SIAE (Società italiana Autori ed Editori) fonda la sua esistenza sull'articolo 180 della legge 22
aprile 1941 n° 633 che le attribuisce in esclusiva l'intermediazione di alcuni diritti d'autore.
A chi ha sollevato dubbi di legittimità costituzionale su tale legge, la Corte ha risposto (sentenza n° 65 del 1972 ) che la posizione attribuita alla SIAE dal legislatore trova piena e razionale giustificazione nell'esigenza di interesse generale, e quindi anche pubblico, di adeguata protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi. Del resto l'esclusiva dell'attività di intermediario accordata dall' art. 180 non preclude all'autore che ne abbia la volontà e la possibilità di protezione e l'esercizio diretto dei propri diritti, anche se particolarmente difficoltoso in certi settori, come ad esempio nella musica, ove non è certo agevole controllare le esecuzioni, che si svolgono nei luoghi più disparati e remoti, senza quella adeguata organizzazione di cui dispone la SIAE e che solo pochi autori particolarmente dotati e affermati potrebbero, sia pure in misura ridotta, permettersi.
Sulla base di questo ragionamento in modo lampante antidemocratico ( anche gli eminenti togati della Corte Costituzionale possono sbagliare) viene legittimata la dittatura della SIAE ed aperta la strada a qualsiasi monopolio. (Per paradosso si potrebbe pensare che chiunque sia provvisto di un esercito organizzato in modo capillare e moderno come neanche lo Stato possiede, è legittimato ad imporre le proprie condizioni a tutti gli abitanti del territorio in cui opera).
Le norme comunitarie sulla concorrenza ( in particolare gli artt. 86 e 90 del trattato CE, recepito dall'art.91.287/90 non consentono a nessun ente preposto alla riscossione dei proventi derivanti dai diritti d'autore di agire in regime di monopolio.
LA SIAE, CIOE', AGISCE IN MODO ILLEGALE. COME PUO', CHI PRATICA L'ILLEGALITA', PRETENDERE DAGLI ALTRI LA LEGALITA'?

Comitato per la salvaguardia della Cultura Europea





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl