BUFERA SUI VERDI

03/apr/2011 17.38.19 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
BUFERA SUI VERDI

Quello dei Verdi è già un modestissimo partito, scassato, ultimamente
sconfitto più volte fino quasi a scomparire del tutto e quel poco di tessuto
ideale rimasto è pieno di contraddizioni all'interno. Adesso, sotto la guida di
Angelo Bonelli, si dirige verso il più completo fallimento. Per far comprendere
a chi ci legge alcuni motivi che lo stanno portando verso il baratro,
prendiamo ad esempio quanto accaduto nei giorni scorsi a proposito della sua
interrogazione a risposta scritta, avente come oggetto il Rifugio Parrelli, al
presidente del consiglio regionale del Lazio. Questi i fatti: in data 28/03/11
Walter Caporale, presidente dell'associazione " Animalisti Italiani onlus "e
consigliere regionale dei Verdi nella Regione Abruzzo, rendeva un pubblico
plauso al presidente del suo partito e consigliere regionale nel Lazio, Angelo
Bonelli, per essere prontamente intervenuto qualche giorno prima, esattamente
il 22/03/11, con una vibrante interrogazione al presidente del consiglio
regionale del Lazio, avversa al Rifugio Parrelli. Subito dopo si muoveva la
corazzata mediatica dei Verdi www.terranews.it ( in passato Notizie Verdi ), a
cui si aggiungevano alcuni siti Internet per sparare col massimo clamore un
articolo dal titolo " Scoppia la bufera sul canile ". Noi finora non abbiamo
assistito a bufera alcuna sul Rifugio Parrelli che continua tranquillamente a
svolgere la sua attività di assistenza agli animali abbandonati come sempre,
anzi: riteniamo che la bufera scoppierà molto presto sui Verdi che si sono
avventurati in una situazione che non conoscono, costringendo delle persone
amiche del Rifugio di cui ignorano forza e mezzi, ad attivarsi in sua difesa (
ricordiamo a questo proposito che la L.A.I. attualmente ha 1.300 soci iscritti
e che, tra questi, alcuni la sortita di Bonelli e Caporale non l'hanno presa
affatto bene ). Sarà prossimamente di certo lo stesso presidente dei Verdi,
davanti a reazioni che si è andato sprovvedutamente a cercare e che
dimostreranno quanto sia inadeguato davanti alle responsabilità che gli sono
state affidate , a spiegare agli associati i motivi che l'hanno condotto a fare
una guerra al buio con una quasi novantenne. mettendo in campo la credibilità
dell'intero partito dei Verdi. Con scarsissime possibilità di vincere e molte
di perdere , perchè la quasi novantenne in oggetto, a persone come lui,
Caporale e gregari, non ha mai consentito di prevalere.

www.legaantivivisezionistaitaliana.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl