sviluppi sulla storia di YURI Falco

È pronto il documento che nelle prossime ore sarà sottoposto a Dario Cuomo, legale della famiglia di Yuri Falco, il ragazzo disabile prigioniero in casa perché i vicini non hanno finora concesso il permesso all'installazione dell'ascensore.

Allegati

10/ott/2005 14.02.52 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
É pronto il documento che nelle prossime ore sarà sottoposto a Dario Cuomo, legale della famiglia di Yuri Falco, il ragazzo disabile prigioniero in casa perché i vicini non hanno finora concesso il permesso all’installazione dell’ascensore. Contemporaneamente la bozza di accordo sarà esaminata da Michele Emiliani, legale degli altri condomini dello stabile di via Libertini dove abita il ragazzo. Poi, se finalmente tutti saranno d’accordo, la scrittura privata dovrà essere sottoscritta alla presenza di un notaio. La mediazione del rappresentante della prefettura, Gabriella D’Orso, e del segretario del Comune di Caivano, Vittorio Ferrante, delegato dal sindaco Domenico Semplice a seguire la vicenda insieme al vicesindaco Pasquale Mennillo, potrebbe finalmente raggiungere il risultato inseguito ormai da sei mesi, da quando, cioé, nello scorso marzo il caso esplose grazie alla mobilitazione del comitato nato spontaneamente per difendere gli interessi di Yuri. Fu aperto un blog e fu lanciata una petizione firmata da mille persone. Il caso rimbalzò poi sui media e intervennero la prefettura, il Comune, l’allora sottosegretario alla sanità Antonio Guidi che andò a Caivano per visitare il ragazzo. Dopo una serie di incontri l’accordo sembrava raggiunto, ma si arenò sullo scoglio della stesura definitiva. Di qui l’intervento del nuovo sottosegretario alla Salute, Cesare Cursi, che diede impulso alle trattative. Ma gli ulteriori ritardi nella stesura del documento convinsero l’avvocato Cuomo a presentare un ricorso alla magistratura. Le trattative a quel punto sembravano arenate. Ma la scorsa settimana è ripartita la gara di solidarieta, lanciata dal Mattino e da Maurizio Costanzo nella sua trasmissione Tutte le mattine, trasmessa su Canale 5. La proposta: cercare una nuova casa per Yuri. E infine la nuova svolta con un ultimo tentativo di mediazione della Prefettura e del Comune. Nella speranza che la nuova stesura dell’accordo, che oggi dovrebbe essere finalmente pronta, trovi il consenso di entrambe le parti. E ieri è sceso ancora in campo il Fiaba-Acusp. Il responsabile, Alfredo Capasso ha ricordato: «Continuiamo a seguire la storia di Yuri, rispettando la volontà della famiglia Falco, che chiede tranquillità in attesa che venga al più presto installato l’ascensore. Contemporaneamente i nostri ispettori stanno monitorando (su segnalazioni dei tantissimi disabili che si stanno rivolgendo allo Sportello cittadini diversamente abili: NOSPAM-ACUSP@INWIND.IT   fax 0815802828) le fermate dell'Anm per controllare se tutte consentono l'apertura della pedane per l'accesso dei disabili con carrozine a bus e tram». d.d.c.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl