ROSANERA E SCANDY

ROSANERA E SCANDY Mentre è in preparazione il terzo numero del fumetto " Scandy ", alcuni importanti artisti, con il sostegno di tantissimi esponenti del mondo culturale, si sono attivati per realizzare la messinscena dell'opera " Alchimia di Rosanera " Lo spettacolo teatrale è realizzato dalla compagnia del Centro Universitario Teatrale dell'Università di Cassino.

25/apr/2011 19.15.02 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



ROSANERA E SCANDY


Mentre è in preparazione il terzo numero del fumetto " Scandy ", alcuni
importanti artisti, con il sostegno di tantissimi esponenti del mondo
culturale, si sono attivati per realizzare la messinscena dell'opera " Alchimia
di Rosanera "

Lo spettacolo teatrale è realizzato dalla compagnia del Centro Universitario
Teatrale dell'Università di Cassino. Testo di Gennaro Francione, regia di
Giorgio Mennoia, coreografie e balletti di Sarha Bungaro.
Interpreti: Valentina Donnazzolo, Fabrizio Nardone, Gaetano Franzese, Leda
Panaccione, Massimo Nese.
Ballerini: Sarah Bungaro, Giulia Di Chello, Alberto Paesano
Direttore di scena: Irene Ranelli
Fotografo di scena: Annibale Di Cuffa

Trama e note di regia:
Alchimia di Rosanera e un’opera visionaria, pervasa di passione e tormento,
che racconta di una storia d’amore dai risvolti tragici. “Rosanera è una
bellissima modella-prostituta di Cervara, il paese fantastico degli artisti. La
lotta per la conquista del suo amore tra il Poeta, il Drammaturgo, il Pittore
porta quest'ultimo a un viaggio infero alla ricerca di una rigenerazione della
colpa e dell'arte guidato dalla stessa Rosanera, il Vampiro Angelico. E' il
primo anello di una catena liberatoria verso il paradiso della natura di
Campaegli che coinvolgerà, infine, l'intero villaggio”. Questa la trama di base
della vicenda teatrale, sulla quale viene orchestrata una regia ricca di
suggestione e dal ritmo gradatamente trascinante, in un’atmosfera da metà
ottocento italiano. La partitura testuale e performativa dello spettacolo si
basa su due momenti narrativi in successione: il primo vedrà i protagonisti
muoversi in una dimensione reale, pregna di romanticismo, ma con episodi anche
grotteschi, in cui la passione lascerà il posto alla tragedia; il secondo, dal
carattere decisamente surreale, vedrà allentata la forza di gravità del mondo
reale per compiere una sorta di incursione onirica, di “processione” nell’
oscurità degli inferi animata da fantasmi, spiriti e demoni .Alternando i
passaggi recitativi a momenti di pura danza ,la pièce catapulterà il pubblico
verso un finale impregnato da suggestioni e atmosfere horror che,
davvero, lascerà a bocca aperta.

Paolo Araniti



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl