PIRATI DELLA SIAE, NON DITE CAZZATE!!!

03/nov/2005 14.37.10 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PIRATI DELLA SIAE, NON DITE CAZZATE!!!

In diverci recenti convegni su temi inerenti il diritto d'autore, alcuni funzionari della SIAE hanno preso quale esempio dei giusti principi sui quali si regge il loro dispotico potere, la vita, le opere
e la nota condizione di ristrettezza economica del grandissimo Wolfang Amadeus Mozart. Abbiamo già più volte lanciato urli di totale dissenso dinanzi a tali misere argomentazioni, ma i funzionari della SIAE si mostrano purtroppo sordi davanti a chi mette a repentaglio il loro ruolo, acquisito attraverso lotte e compromessi di cui in tanti sanno. Per chi non è informato di certe cose, vogliamo rendere noto il pensiero di questo genio musicale evidenziato in una lettera ad un amico ( P.E. Vernon- a cura di- Creativity: Selected Readings, Penguin.):
"Quando, per così dire, sono completamente me stesso, del tutto solo, e di buon umore, per esempio viaggiando in carrozza, o camminando dopo un buon pasto, o di notte quando non riesco a dormire, è in tali occasioni che le mie idee scorrono meglio e in gran copia. Da dove e come vengano non lo so; nè posso forzarle. Gli scherzi che mi riescono graditi li ricordo a memoria e, come mi è stato detto,sono abituato a canticchiarli tra me e me. Se seguito a far così presto mi viene in mente come posso trarre vantaggio da questo o quel bocconcino, in modo da farne un piatto squisito, vale a dire conformemente alle regole del contrappunto, alle caratteristiche dei diversi strumenti, ecc. Tutto ciò mi infiamma lo spirito e, purchè non mi disturbino, il mio tema si amplia, si assesta e si precisa, e anche se è lungo, è nella mia mente quasi completo e finito, di modo che posso valutarlo con un'occhiata, come si trattasse di un bel quadro o di una bella statua. Inoltre io non odo nella mia immaginazione le parti una dopo l'altra, bensì, per così dire, tutte insieme. Non riesco a dire quale gioia sia! Tutto quel creare e produrre si svolge in un sogno piacevolmente intenso. Ma dopotutto la cosa migliore è l'udire effettivamente il" tout ensemble". Non dimentico facilmente ciò che è stato creato così, e forse quello è il dono migliore di cui devo ringraziare il mio divino Creatore".
CAPITO, TESTE DURE DELLA SIAE? IL DIRITTO D'AUTORE E' DI DIO!!!!!!!

Comitato per la salvaguardia della Cultura Europea





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl