Trasporti a rischio/SOS al Presidente Ciampi

devo, ancora una volta, chiedere il Suo autorevole intervento, perchè i trasporti collettivi in Campania continuano ad essere ad alto rischio per gli utenti e gli stessi lavoratori dei trasporti.

Allegati

05/nov/2005 00.12.02 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
  
Signor Presidente della Repubblica Italiana,
devo, ancora una volta, chiedere il Suo autorevole intervento, perchè i trasporti collettivi in Campania continuano ad essere ad alto rischio per gli utenti e gli stessi lavoratori dei trasporti. L'ultimo gravissimo episodio si è registrato a Pompei dove un ragazzo è stato accoltellato in un vagone della Circumvesuviana da due delinquenti che hanno potuto tranquillamente allontanarsi dalla stazione ferroviaria di Torre Annunziata. In merito all'ennesimo atto delinquenziale, l'Acusp richiede subito presidi della Polfer anche nelle stazioni della Circumvesuviana e delle altre ferrovie locali operanti in Campania (metropolitane, Cumana, Circumflegrea, Alifana); sedi già esistenti nelle Ferrovie nord di Milano. Perchè a Napoli ed in Campania no, signor Presidente? Perchè il Viminale ha dato l'ok per Milano e nessuna risposta per la Campania? Per la Costituzione i cittadini hanno gli stessi diritti, perchè questi differenti trattamenti? In Campania, Le sa, che il trasporto collettivo sta facendo registrare significativi risultati, ed anche per la sicurezza molto si è fatto: la Circumvesuviana, ad esempio, ha fatto installare le telecamere nei treni, ha istituito la figura dei vigilantes, ma non ci sono gli agenti della polizia ferroviaria determinanti per bloccare vandali e delinquenti. Per assicurare viaggi tranquilli a viaggiatori e autoferrotranveiri (macchinisti, autisti) l'Assesore ai Trasporti della Regione Ennio Cascetta ha più volte dichiarato la disponibilità della Regione a pagare anche una parte degli stipendi degli agenti impiegati nelle stazioni ferroviarie (come prevede una specifica legge nazionale) ed a mettere a disposizione della Polfer sedi e strutture. Nel merito è intervenuto anche dall'ottobre 2004 il Prefetto Renato Profili (al quale dopo la mia prima denuncia Lei ha già scritto e per questo La ringrazio) ma allo stato, ripeto, dal Viminale non è arrivato ancora l'ok. Il sottoscritto ha chiesto ed ottenuto anche audizione presso la Commissione Trasporti della Regione Campania, per il giorno 8 novembre al Centro Direzionale perchè venga istituita una tasck force (Regione,Prefettura, Provincia e Comuni)capace di dar vita al Piano sicurezza sui treni, bus e nelle stazioni, "chiedendo fortemmente" al Ministro Pisanu fatti e non chiaccchiere, cioè la Polfer! Che non può operare a Milano ed in Campanoa no nelle ferrovie locali!
Distinti saluti
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
Dr Alfredo Capasso
3398697687
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl