In ospedale, non più solo preti: ecco l'assistenza aconfessionale allo Ieo di Milano e alle Molinette di Torino

Comunicato stampa UAAR del 25 ottobre 2010 Oltre alla consueta assistenza religiosa, ora i pazienti atei e agnostici dell'Istituto oncologico europeo di Milano e delle Molinette di Torino possono finalmente disporre dell'assistenza morale laica, assicurata dall'Uaar.

Persone Marina Sozzi

23/giu/2011 10.08.13 UAAR - Unione Atei e Agnostici Razionalisti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa UAAR del 25 ottobre 2010

Oltre alla consueta assistenza religiosa, ora i pazienti atei e agnostici dell’Istituto oncologico europeo di Milano e delle Molinette di Torino possono finalmente disporre dell’assistenza morale laica, assicurata dall’Uaar. Il servizio torinese sarà presentato domani, martedì 26 ottobre alle 14.00 nell’Aula Magna Dogliotti delle Molinette di Torino. L’incontro è rivolto al personale sanitario del nosocomio, ma è aperto a tutti. Nel corso della presentazione interverrà anche Marina Sozzi, Direttore scientifico della Fondazione Fabretti di Torino.

I progetti sono frutto di convenzioni tra l’ospedale e l’Uaar, che stabiliscono come l’assistenza morale non confessionale sia parte integrante dell’assistenza sanitaria generale, da assimilare all’assistenza spirituale religiosa dal momento che le convinzioni non confessionali in materia di religione sono estrinsecazione della libertà di religione protetta dall’articolo 19 della Costituzione. Per questo, i pazienti atei o agnostici che si interrogano su questioni esistenziali come il senso della vita, della malattia e della morte, troveranno qualcuno ad ascoltarli e a dialogare con loro.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl