Atei e agnostici a congresso: finiti i lavori, non le battaglie

23/giu/2011 10.10.49 UAAR - Unione Atei e Agnostici Razionalisti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa del 2 novembre 2010

In un clima sereno e unitario, per quanto preoccupato per la situazione del paese, si è concluso il nono congresso dell’Uaar. I partecipanti hanno espresso orgoglio per l’appartenenza all’associazione e una grande soddisfazione per i risultati ottenuti negli ultimi anni: la campagna ateobus, le tre giornate dello sbattezzo (con un totale di oltre 2.000 sbattezzati, solo in quelle occasioni), le vittorie giuridiche sul diritto all’ora alternativa e soprattutto sul crocifisso in aula, ancora in discussione a Strasburgo.

Si è sentita però anche una forte preoccupazione per l’aria che si sta respirando nel paese e per la deriva clericale di quasi tutta la classe politica italiana. È stato inoltre approvato il nuovo logo dell’associazione ed è stato confermato il segretario nazionale Raffaele Carcano, che ha così commentato i lavori: «Siamo un’associazione che ha cominciato a incidere davvero nella vita pubblica del paese e che per questo riscuote sempre più consensi. Proprio perché usciamo dal congresso ancora più forti, sentirete ancora parlare di noi».

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl