LETTERA APERTA AGLI UOMINI DI CULTURA POLACCHI

LETTERA APERTA AGLI UOMINI DI CULTURA POLACCHI LETTERA APERTA AGLI UOMINI DI CULTURA POLACCHI

14/nov/2005 21.04.11 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LETTERA APERTA AGLI UOMINI DI CULTURA POLACCHI

Caro prof. Krysztof Zabokliki,

desideriamo scusarci per il sistema originale che stiamo usando per comunicare con Lei, che tanto lustro ha recato al Suo Paese, la Polonia, negli anni in cui ha diretto, a Roma, la prestigiosissima Accademia polacca della Scienze.Non dimentichiamo, esimio professore, il profondo dispiacere che ha recato in Lei e in tutta la comunità polacca in Italia, la notizia dello smantellamento e del trasferimento del Museo Astronomico e Copernicano di Roma, fortemente voluto da eminenti uomini di Cultura italiani e polacchi per onorare la memoria del Suo grande connazionale Niccolò Copernico. Le chiediamo di credere che gli uomini che stanno trafficando intorno alla destinazione dei reperti e cimeli copernicani forniti generosamente soprattutto da cittadini polacchi, nulla hanno a che vedere con i sentimenti di profonda amicizia e di sincera fraternità che il Popolo Italiano nutre nei confronti della gente di Polonia, nè, in alcun modo, rappresentano il mondo della Cultura italiana. Sono solo dei piccoli uomini,caro prof. Zaboklicki, che non si rendono conto della loro povertà spirituale. Ci sentiamo onorati e forti del sostegno che i suoi connazionali stanno fornendo ancora una volta con animo solidale al nostro Comitato, che mai, Le assicuriamo, avrà momenti di esitazione nel contrastare l'ingiustizia che si sta perpetrando a Villa Mellini.
Con profonda stima
Comitato per la salvaguardia della Cultura Europea








blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl