GRAZIE, ON. PAOLO CENTO

secondo quanto riportato anche dal quotidiano Il Giornale dell'8 maggio 2002, il museo astronomico Copernichiano, ospitato al primo piano di Villa Mellini a Monte Mario a Roma dovrebbe essere trasferito a breve tempo a Monte Porzio Catone presso l'Osservatorio astronomico annesso al nuovo laboratorio scientifico Astrolab;

26/nov/2005 07.50.39 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


Diamo atto all'on. Paolo Cento di un suo reale contributo per il recupero del Museo Astronomico e Copernicano di Roma. Riportiamo la sua interrogazione parlamentare del 14 maggio 2002.

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02922
presentata da PIER PAOLO CENTO martedì 14 maggio 2002 nella seduta n.144
CENTO. - Al Ministro per i beni e le attività culturali, al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. - Per sapere - premesso che:

secondo quanto riportato anche dal quotidiano Il Giornale dell'8 maggio 2002, il museo astronomico Copernichiano, ospitato al primo piano di Villa Mellini a Monte Mario a Roma dovrebbe essere trasferito a breve tempo a Monte Porzio Catone presso l'Osservatorio astronomico annesso al nuovo laboratorio scientifico Astrolab;

all'interno del museo vi è una biblioteca antica di valore inestimabile, con manoscritti del '400 e '500 e molti pezzi in mostra nel museo sono stati donati a Roma dalla Polonia fin dal 1874, per ricordare la figura di Copernico;

il museo ha subito costosi lavori di ristrutturazione due anni fa per mettere a norma l'intero piano che lo ospita e attualmente tutti i pezzi dei museo si trovano in un caveau in attesa che la struttura venga riaperta;

prima della sua chiusura, all'interno dei museo si organizzavano corsi per i ragazzi delle scuole limitrofe ed era perciò ritenuto un ritrovo di cultura e di suggestione per le scolaresche;

nella sede di Monte Mario è prevista la nascita dell'Inaf (Istituto nazionale di astrofisica), comprendente tutti e 12 gli osservatori nazionali, che dovrebbe occupare tutti gli spazi della palazzina compresi quelli ora occupati dal museo -:

se i ministri siano a conoscenza dei fatti e se questi corrispondano al vero;

quali provvedimenti intendano intraprendere, ognuno per la propria competenza, affinché il museo e la biblioteca non trovino una nuova sede in un paesino come Monte Porzio Catone, dove la fruizione per visitare queste opere e pezzi di inestimabile valore e interesse sarebbe scarsissima a danno di numerose scolaresche e turisti e dello stesso patrimonio culturale della città di Roma. (4-02922)

NOTA: STIAMO ATTENDENDO UNA SUA NUOVA INTERROGAZIONE AL PARLAMENTO ( COME DA LUI PROMESSO IN DIRETTA TV SU ROMA UNO). SIAMO CERTI CHE L'ON. PAOLO CENTO MANTERRA' LA PAROLA DATA. FACCIAMOLA FINITA CON UNA CLASSE POLITICA CHE PENSA AI CITTADINI COME A DEI SUDDITI!!!

Comitato per la salvaguardia della Cultura Europe



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl