Incongruenze del Ticket. Non si salva quasi nessuno, ma non si applica in veterinaria.

La manovra fiscale che ha introdotto i ticket in Sanità è argomento di confronto tra lo Stato e le Regioni.

05/ago/2011 19.18.58 S.I.Ve.L.P. Sindacato Vet. Liberi Professionisti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 La manovra fiscale che ha introdotto i ticket in Sanità è argomento di confronto tra lo Stato e le Regioni. Per ora parrebbe deciso: il ticket si paga. Poche le eccezioni. Si applica a tutti, bambini e pensionati, gravando spesso su famiglie che in questo periodo faticano ad arrivare alla fine del mese.

La sanità comprende anche una parte veterinaria che eroga prestazioni a privati cittadini o meglio, ai loro animali. Contrattualmente non vi sono grandi differenze tra il trattamento economico di un medico umano, e quello di un medico veterinario. Per la collettività costano circa nello stesso modo. Tuttavia le prestazioni veterinarie erogate nelle strutture pubbliche sono rimaste esenti da ticket. Il Sindacato dei veterinari liberi professionisti si interroga: dimenticanza o altre ragioni a noi sconosciute?

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl