RiSCOPRIRE GLI ANTICHI LEGAMI CON LA CINA : DAL PASSATO UNA LEZIONE PER IL FUTURO

RiSCOPRIRE GLI ANTICHI LEGAMI CON LA CINA: DAL PASSATO UNA LEZIONE PER IL FUTURO.

Persone Marco Baratto Associazione Cluturale Euromediterranea, Carlo Cattaneo, Mazzini, Giuseppe Garibaldi, Camillo Benso Conte di Cavour, Menotti
Luoghi Italia, Asia, Giappone, Cina, Corea
Argomenti politica, storia contemporanea, sociologia, economia, diplomazia

13/set/2011 13.35.01 associazione euromediterranea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quest’anno ricadono i 150 anni della proclamazione dell’unità d’italia. Un momento importante che ci permette di riflettere su cosa fu veramente il risorgimento e, al contempo cercare di coivolgere in questa ricorrenza anche le tante comunità straniere che con il loro lavoro, fanno crescere l’Italia. Il Risorgimento italiano non fu ma un fenomeno “esclusivo” degli italiani, ma “inclusivo” nel senso che seppe essere esempio per quei popoli che, come diceva Mazzini “non erano ma anelavano a divenire nazioni”.Anche la comunità cinese che in Italia vive e che grazie al suo lavoro, permette di rinsaldare gli antichissimi legami tra Italia e Cina non può sentirsi esclusa dalla ricorrenza delle celebrazioni dell’Unità d’Italia. Anche la comunità cinese che in Italia vive e che grazie al suo lavoro, permette di rinsaldare gli antichissimi legami tra Italia e Cina non può sentirsi esclusa dalla ricorrenza delle celebrazioni dell’Unità d’Italia. Non possiamo dimenticare, in modo particolare, l’ammirazione che Carlo Cattaneo , uno dei padri del risorgimento italiano, e di cui quest’anno ricorre il 210 anniversario della nascita, ebbe per la Cina. Infatti, nel 1860, il grande statista, sosteneva che “una nazione la quale in 150 anni trovò modo di far vivere, sovra una terra già popolata da cento milioni d’uomini, quattrocento milioni di più, senza avere usurpato il valore d’un centesimo alle altre nazioni della terra, non può esservi riuscita senza un immenso sviluppo di lavoro, di capitale e d’ingegno; e che, chi la giudica da lontano una gente inerte e decrepita, è un insensato.”.

 

Non possiamo dimenticare, anche che lo stesso Garibaldi , nel 1852 fu in Cina ed un altro Garibaldi , Menotti , Nel 1906, Menotti si trasferì in Cina , dove fonda un’importante impresa per la costruzione di ferrovie. Riceve dal Governo cinese incarichi per lavori impegnativi, e molti riconoscimenti dalla Cina.

 

Anche il pensiero di Mazzini non fu sconosciuto in Asia e in Cina in particolare.Infatti, sebbene il il suomessaggio riuscì a giungere(in modo indiretto)fino alle popolazioni asiatiche della Cina, Corea e, in particolare, del Giappone di fine Ottocento e di inizio Novecento.la religiosità laica e umanitaria, del grande genovese, trovarono terreno fertile nella cultura cinese e le idee espress ne “I doveri dell’uomo” ben si sposarono con la cultura che ancora oggi rende la grande la Cina.

 

Ma questo amore dei cinesi verso la causa nazionale italiana , e verso il Risorgimento, visto come movimento di liberazione dei popoli, non venne mai meno e anche in tempi molto successivi, ancora , in Cina si guardava e si parlava di Garibaldi, Mazzini e Cavour, come degli esempi per la libertà dei popoli. Nel 1903 il poeta Liang Qi-chao, scrisse il poema epico “Tre eroi per la fondazione d’Italia” dove attraverso le gesta di Garibaldi, Mazzini e Cavour, si presentava al pubblico cinese l’epopea risorgimenale, inviatando i cinesi a seguirene l’esempio e ricacciare gli stanieri che avevo occupato alcune zone della Cina.

 

Attraverso queste brevi considerazioni sui rapporti tra Italia e Cina negli anni del Risorgimento, si è voluto sottolinere come sarebbe auspicabile che coinvolgere la comunità cinese non solo in quest'anno giubilare per l'Italia ma anche iniziare con questa comunità, come con tutte le comunità immigrate un cammino comune , un modo per riscoprire il valore dell’unità e dell’integrazione tra le nazioni che sta alla base del nostro Risorgimento

 

 

 

Dott Marco Baratto

Associazione Cluturale Euromediterranea

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl