Forum Internazionale sulla ricerca e la cura del dolore

Quel dolore che oggi, grazie anche all'approvazione della legge n. 38 del 15 marzo 2010 che garantisce l'accesso alle cure palliative, sappiamo essere una vera e propria malattia e che, come tale, è possibile riconoscere e curare.

Persone Livia Turco, Ferruccio Fazio, Melinda
Luoghi Italia, Valle di Non
Organizzazioni Iccrea Banca, Fondazione ISAL, Forum, Montecitorio, Camera dei deputati, Senato, Ministero del Lavoro, Ministero della Pubblica Istruzione, Ministero della Sanità
Argomenti medicina, politica, anatomia

20/set/2011 17.40.44 Clara Garcovich Events and Public Relations Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dall’emigrazione delle braccia a quella dei cervelli. Il contributo del genio e del cuore italiano al progresso scientifico, economico e sociale in un Forum, promosso da Fondazione ISAL, che si terrà alla Camera dei Deputati mercoledì 28 settembre, dalle 9.00 alle 18.30 e che registra, tra invitati e moderatori, nomi illustri come quello degli on. Ferruccio Fazio e Livia Turco.

Promosso ed organizzato da Fondazione ISAL, l’ente che dal 1993 sostiene con determinazione e capillarità la conoscenza, la ricerca e la formazione nell'ambito della terapia del dolore, da Federdolore e da O.N.P.S., l’Osservatorio Nazionale Permanente sulla Sicurezza, il Forum intende aprire una riflessione sulla ricerca, che è la precondizione affinché si possa guardare alle conquiste di domani con serenità e coscienza, e sul diritto alla non sofferenza nel rispetto della dignità, dell’autonomia e della qualità della vita.

Temi pressanti e quanto mai contingenti, visto lo scenario socio-politico in cui ci muoviamo attualmente, che però in questo contesto si è scelto di affrontare attraverso un punto di vista che appare sempre di più come una sfida di civiltà, rappresentato da quel dolore spesso subito in silenzio. Quel dolore che oggi, grazie anche all’approvazione della legge n. 38 del 15 marzo 2010 che garantisce l’accesso alle cure palliative, sappiamo essere una vera e propria malattia e che, come tale, è possibile riconoscere e curare.

Nasce da questa precisa volontà l’azione che da anni svolge la Fondazione ISAL. Un lavoro quotidiano di ricerca, di formazione e di preparazione degli specialisti in terapia antalgica. Gli stessi, questi ultimi, che torneranno dalle loro destinazioni all’estero per condividere durante il Forum le loro esperienze vissute, spesso forzatamente, lontano dall’Italia. E’ l’anima della scommessa lanciata da ISAL due anni fa con il Progetto “Cento Città” che ha creato un network di eccellenze con l’obiettivo di combattere il dolore e ridare il sorriso alle persone. Un progetto ambizioso che ha già ottenuto molti risultati di rilievo e che toccherà punte d’eccellenza con la “Giornata Nazionale contro il dolore” in programma il 16 ottobre nelle principali piazze delle 31 città che, fino ad oggi, hanno aderito al progetto.

Molti gli sponsor che hanno creduto e sostenuto Fondazione ISAL in questo suo cammino tra cui spiccano i nomi di Melinda, il Consorzio della Val di Non che produce le uniche mele DOP d’Italia, impegnato nella divulgazione di informazioni sulla corretta alimentazione e sul benessere delle persone, e CartaBCC, il brand delle carte di credito emesse da Iccrea Banca (l’Istituto Centrale del Credito Cooperativo), che ha attivato nell’aprile di quest’anno un numero verde specialistico sulla cura del dolore, dedicato a tutti i titolari di CartaBCC. A seguire, tra i sostenitori, il ringraziamento va anche a GVM Care&Research, St. Jude Medical e Grünenthal.

Un evento di sicuro rilievo quello del prossimo 28 settembre che, per la sua importanza e specificità, oltre ad essere stato orgogliosamente inserito nelle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, ha anche ottenuto illustri patrocini come quello del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero della Salute, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca.

Sarà un rincorrersi ed alternarsi di voci ed opinioni che arriveranno da posti ed esperienze diverse, ma che correranno tutte su un unico ed ideale filo che lega la volontà comune. Quella di poter vivere una vita senza dolore.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl