comunicato stampa adesione 15 ottobre

Allegati

07/ott/2011 07.25.08 Ufficio stampa Alternativa: Rodolfo Monacelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Non deciderete contro di noi!

«Il 15 ottobre ci sarà a Roma una grande manifestazione contro il debito che strozza l’Europa e il mondo intero. La parola d’ordine è “non paghiamo il debito” » - ha dichiarato Giulietto Chiesa, presidente di Alternativa, «Vogliamo sapere chi sono i nostri creditori. Vogliamo sapere come e perché questo debito è stato creato. Vogliamo dire che, se siamo indebitati, è perché ci hanno truffato e continuano a dirci, ogni giorno, che dobbiamo continuare a indebitarci. La posta in gioco è il patto sociale con il quale l’Europa è stata creata. Noi non abbiamo altra via che difenderci da una aggressione: l’aggressione di un gruppo di banchieri irresponsabili che sono i veri padroni del pianeta (e dell’Europa). Noi difenderemo il nostro territorio».

ROMA, 7 OTTOBRE 2011: Alternativa aderisce alla mobilitazione europea contro le politiche imposte dalla BCE, dal FMI e recepite da governi nazionali incapaci di opporsi alle pretese della finanza internazionale. Saremo in piazza il 15 ottobre, sotto lo striscione "Noi il debito non lo paghiamo", insieme a tutte le persone che insieme a noi hanno dato vita alla bellissima assemblea di sabato primo ottobre, introdotta da Giorgio Cremaschi.
Per noi il 15 ottobre è l'inizio di una grande battaglia. Non decideranno contro il popolo, un'altra volta. Il debito in mano alle banche e alla finanza internazionale non va pagato da noi. Va integralmente onorato solo il debito relativo ai risparmi personali e delle famiglie. I costi della crisi vanno pagati da coloro che l'hanno provocata. Paghino le banche, la finanza, i ricchi e gli evasori fiscali. Una forte tassazione sui grandi patrimoni e la lotta alla
gigantesca evasione fiscale devono finanziare:

- Il lavoro e i bisogni dei ceti meno abbienti.
- La difesa dei beni comuni. I servizi pubblici e il welfare, dalla sanità alla scuola, dai trasporti alle pensioni.
- Una consistente riduzione dell'orario di lavoro per i lavoratori dipendenti e il sostegno a misure che favoriscano la diminuzione del tempo speso al lavoro per i lavoratori autonomi.
- L'avvio di un piano nazionale finalizzato al progressivo abbandono dei combustibili fossili, realizzando nel tempo una forte riduzione del fabbisogno energetico, e costruendo una rete diffusa di uso e scambio di energia interamente basata sull'utilizzo delle fonti rinnovabili.
- Un nuovo sistema di informazione-comunicazione pubblico (televisivo e non solo), liberato dalla pubblicità e affidato ad una governance trasparente e partecipativa, totalmente indipendente dall'influenza delle forze politiche.
È fondamentale il ritorno integrale alla nostra Costituzione e la riapertura degli spazi politici pubblici, in particolare con il ritorno al sistema elettorale proporzionale.
Invitiamo quindi tutti i militanti e i simpatizzanti di Alternativa ad essere presenti in piazza sabato 15 ottobre per gridare insieme che “Non deciderete contro di noi”.


Dr. Rodolfo Monacelli
Alternativa - Ufficio stampa
Tel: 3298725002
Mail: ufficiostampa@alternativa-politica.it

http://www.alternativa-politica.it
http://www.giuliettochiesa.it
http://www.megachip.info


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl