Anche a Napoli ci vuole il Mobility Manager

Anche a Napoli ci vuole il Mobility Manager

24/dic/2005 03.06.37 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'Acusp promuove una petizione popolare, indirizzata all'Amministrazione
comunale per la nomina del "Mobility Manager";l'esperto del traffico grazie
al quale è possibile ottimizzare gli spostamenti sistematici dei dipendenti
con i mezzi pubblici di trasporto, riducendo così l'uso dell'auto privata.
Per questo, l'Acusp programmerà incontri con lavoratori, studenti,
professori, affinchè Enti pubblici e privati sottoscrivano, a loro spese,
convenzioni con il Consorzio UnicoCampania, per girare abbonamenti a prezzi
scontati ai propri dipendenti;come hanno già fatto la Camera di Commercio e
il Comune di Napoli. Il progetto Comfort,infatti, promosso dagli Assessori
all'Ambiente (Casimiro Monti)e alla Mobilità (Nicola Oddati)con il Consorzio
UnicoCampania prevede abbonamenti annuali a tariffa agevolata per tutti i
lavoratori comunali. Esempio, abbonamento "Uniconapoli" ordinario: 212,60
euro(costo comprensivo di euro 6,20 per la smart card). Euro 208,40 (costo
comprensivo di euro 2,00 per spese rinnovo). L'iniziativa ha riscosso un
enorme successo tanto che essa è stata estesa pure ad "UnicoCampania". Da
questi positivi risultati nasce la manifestazione dell'Acusp, perchè le
Società nominino l'esperto del traffico (Mobility Manager), previsto dal
Decreto Ministeriale Ronchi del 27 Marzo 1998; questo provvedimento
stabilisce che aziende ed Enti pubblici con più di 300 dipendenti per unità
locale, ed imprese con complessivamente oltre 800 dipendenti devono nominare
il Mobility Manager Aziendale. Come deve essere nominato dal Comune il
Mobility Manager di Area Territoriale Urbana, che deve fornire un importante
supporto tecnico per i Mobility Manager Aziendali ed assolvere al compito di
coordinatore ed intermediario tra le differenti parti coinvolte: Aziende
private, Amministrazione comunale e Aziende di trasporto pubblico.
Insomma, se tutte le Aziende con sede a Napoli o provincia, con le
caratteristiche sopraindicate, adotteranno la figura del Mobility Manager,
la Città certamente farà registrare strade più libere e meno
inquinate,perchè è evidente che il trasporto collettivo (bus, taxi, auto a
noleggio con conducente)trasporta più persone,occupando, però, meno spazio
cittadino di auto e moto.
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
Dr Alfredo Capasso
3398697687




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl