G20, FOCSIV: LE PROPOSTE DELLE ONG AL G20 PER UNA CRESCITA ECONOMICA GIUSTA

Allegati

03/nov/2011 18.24.14 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA
 
G20, FOCSIV: LE PROPOSTE DELLE ONG AL G20 PER UNA CRESCITA ECONOMICA GIUSTA
 
Cannes, 3 novembre 2011. Contemporaneamente alla sessione di lavoro dei G20 sullo sviluppo le ONG e le Organizzazioni di società civile presenti al Vertice di Cannes hanno tenuto la loro prima conferenza stampa alla presenza di un centinaio di giornalisti internazionali. "Precise, puntuali e determinate le richieste condivise unanimemente e che come FOCSIV sosteniamo senza indugi" dice Sergio Marelli, Segretario generale FOCSIV.
 
"Il G20 è nato nel 2008 per far fronte alla crisi economica di allora che ancora oggi a distanza di tre anni è causa di conseguenze ben più gravi di quelle immaginate - spiega Marelli -. Le grandi economie della Terra hanno fallito sino ad oggi nel porre rimedio al disordine finanziario globale e alla recessione delle econmie del pianeta, e
secondo la FOCSIV, concordemente con le altre ONG internaizonali, i motivi devono essere ricercati nell'assenza di misure concrete per abolire i paradisi fiscali, frutto di corruzione, di evasione fiscale e di mancanza di trasparenza e di informazioni sulle operazioni bancarie che ancora oggi drenano dai Paesi dei Sud del mondo e dalle stesse economie ricche circa 124 miliardi di dollari all'anno".
 
Inoltre le ONG chiedono che il G20 decida la messa in opera di un monitoraggio costante condotto Paese per Paese, l'introduzione di una tassa sulle transazioni finanziarie quale meccanismo di controllo della finanza internazionale e fonte di nuove risorse da destinare ad una crescita economica e ad uno sviluppo equo e a beneficio di tutti. Solo così si potranno frenare le speculazioni e le operazioni destabilizzanti della finanza internazionale, controllando la volatilità delle derrate alimentari che causano ancora un miliardo di affamti, e garantire in definitiva la tanto invocata stabilità dei mercati, ripristinare la fiducia degli investitori e incentivare gli imprenditori nella difficlie rirpesa economica necessaria per uscire da questo gravissima crisi globale.
 
"I paradisi fiscali erano stati dichiarati priorità dal Presidente francese Sarkozy già nel 2009 - ricorda Marelli -. Che la presidenza del G20 oggi dimostri la sua leadership".
 
Infine, al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che nel pranzo ufficiale di oggi ha sottolineato come l'Italia ha sempre mantenuto gli impegni internazionali e quelli con l'Unione Europea, la FOCSIV ricorda che anche questi sono impegni assunti dal nostro Paese e quindi attende decisioni e azioni conseguenti e coerenti.
 
"Per incentivare gli imprenditori nella difficile ripresa economica necessaria per uscire da questa gravissima crisi globale, infatti, non si può fare a meno di assicurare oggi i diritti di tutti e domani un futuro ai nostri giovani", conclude Marelli.
 
 

Ufficio Stampa FOCSIV

Tel. 066877796, 066877867- Fax 06 6872373;

Cell. 338.3032216

E-mail: ufficiostampa@focsiv.it


 

logo

FOCSIV - Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario
Via S. Francesco di Sales, 18 00165 Roma
Tel. +39 06 6877 796/867 - Fax +39 06 6872 373 - E-mail: focsiv@focsiv.it
www.focsiv.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl