Lavoro Rubato

BANCA INTESA/ BANCO NAPOLI: CONTROLLI E RISPETTO DELLE LEGGI I lavoratori, addetti alle pulizie in Banca Intesa/Banco di Napoli, licenziati senza motivo da imprenditori senza scrupoli in data 1 agosto 2008, chiedono con forza alla massima dirigenza di questo glorioso Istituto Bancario, controlli sulle modalità di aggiudicazione delle gare di appalto, controlli severi e mirati sulle società aggiudicatarie di tale appalto e di conseguenza, controlli sulle altre società che operano in regime di sub-appalto e non.

Luoghi Napoli, Benevento
Organizzazioni Servizitalia, Assia s.r.l., P.M. Service, Italia Servizi, P.M Service s.r.l., Open, Guardia di Finanza, Banco di Napoli, Banca Intesa
Argomenti diritto commerciale, impresa, diritto

06/nov/2011 19.15.01 comitato di lotta MorirexLavorare Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


BANCA INTESA/ BANCO NAPOLI : CONTROLLI E RISPETTO DELLE LEGGI
I lavoratori, addetti alle pulizie in Banca Intesa/Banco di Napoli, licenziati senza motivo da imprenditori senza scrupoli in data 1 agosto 2008, chiedono con forza alla massima dirigenza di questo glorioso Istituto Bancario, controlli sulle modalità di aggiudicazione delle gare di appalto, controlli severi e mirati sulle società aggiudicatarie di tale appalto e di conseguenza, controlli sulle altre società che operano in regime di sub-appalto e non. Questo alla luce della sentenza di fallimento emessa dal Tribunale di Benevento nei confronti della società Open Service s.r.l., società condannata dal Tribunale Civile di Napoli alla riassunzione dei lavoratori licenziati.
Ricordiamo che il provvedimento emesso dalla sezione fallimentare del Tribunale di Benevento, é solo l'ultimo procedimento di condanna emesso nei confrontri di aziende che operano in Banca Intesa/Banco di Napoli, aziende che operavano nell'appalto pulizie e servizi, gestito dal consorzio Italia Servizi prima (quali la P.M. Service s.r.l.) ed dalla società Assia s.r.l. in ultimo ( quali Open Service s.r.l. ed Servizitalia s.r.l.).
Infatti, i lavoratori onesti che hanno lavorato per oltre 20 anni all'interno di Banco Napoli, ricordano alla massima dirigenza di Banca Intesa/Banco di Napoli, che tutte le aziende su citate hanno subito condanne ( soc. P.M Service s.r.l., soc. Open Service s.r.l., condannate dal Tribunale Civile di Napoli alla riassunzione dei lavoratori) o sono chiamate in giudizio come nel caso della soc. Servizitalia s.r.l..
I lavoratori stanno ad informare gli organi di controllo di Banca Intesa/Banco di Napoli, che tali aziende, sono oggetto di indagini penali da parte della Procura della Repubblica di Nocera Inf. in seguito alle denunce presentate dai lavoratori alla Procura della Repubblica di Napoli ed al comando della Guardia di Finanza.
Denunce dettagliate che hanno evidenziato al Magistrato, come le varie aziende seppur con denominazione sociale diversa, siano in realtà state gestite sempre dagli stessi personaggi.
I lavoratori con questa comunicazione, chiedono a Banca Intesa/Banco di Napoli di farsi carico della risoluzione di questa vertenza anche allo scopo di garantire il rispetto delle leggi in materia di lavoro all'interno delle proprie strutture, tenendo conto che comunque la stessa é responsabile della tutela dei lavoratori, che operano al suo interno.
Comitato di lotta MorirexLavorare



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl