Rivoluzione per gli artigiani: da dicembre una gabella per poter raggiungere il centro.

09/nov/2011 18.36.09 MRComunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Rivoluzione per gli artigiani: da dicembre una gabella per poter raggiungere il centro.

 

Dal primo dicembre entra in vigore la gabella che impone un vero e proprio “diritto di stampo feudale” agli artigiani che dovranno effettuare riparazioni d’urgenza nel centro cittadino e ad autoriparatori, autonoleggiatori, autorimesse e strutture ricettive con sede dentro la Ztl.

Le categorie sopra elencate potranno accedervi previa registrazione della propria ditta sul portale https://ztl.comune.fi.it/tzi/index.

Fino ad oggi il permesso rilasciato ad un artigiano in riparazione d’urgenza vale per tutti i veicoli dell’impresa e ne consente, però, un solo ingresso alla volta.

Da dicembre invece basterà pagare 30 euro a contrassegno senza nessuna limitazione dei veicoli circolanti. Ma non finisce qui. Ai 30 euro va aggiunto poi il pagamento di un euro a ingresso da corrispondere attraverso un insolito modo, un sms così composto: #targa# via#civico#motivo dell’intervento. Tutto questo dopo aver versato un deposito cauzionale di minimo 50 euro.

Una volta avuto l’ok all’ingresso gli artigiani potranno varcare la soglia della Ztl entro le due ore successive all’invio dell’sms.

Nulla è stato fatto sapere in merito alla permanenza del mezzo oltre le due ore consentite, o ancora la possibilità di entrate ed uscire più volte con il mezzo durante le due ore “pagate” attraverso il primo sms.

“La gabella graverà sulle famiglie che ancora una volta si vedono coinvolte, senza poter esprimere la loro opinione”, dice Grazia Simone, Segretario Generale Adiconsum Toscana.

“E’ consuetudine ormai prendere delle decisioni senza confrontarsi o informare le parti sociali, quali le Associazioni dei consumatori, che vengono sempre più vissute come dei pesi fastidiosi, afferma Grazia Simone.

“In un momento di crisi e difficoltà per le famiglie come questo che stiamo vivendo, prosegue Simone, le scelte degli amministratori dovrebbero essere indirizzate alla salvaguardia del potere d’acquisto delle famiglie e non gravare su di esse con ulteriori balzelli.”

 

   UFFICIO STAMPA

ADICONSUM TOSCANA

Mariantonietta Rasulo

Via Carlo del Prete, 135 – 50127 Firenze

Tel. 055 4379684 – tm 3395089905

ufficiostampatoscana@adiconsum.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl