INAF:LE AZIONI ILLEGITTIME D NON FINISCONO MAI

08/gen/2006 13.03.06 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
USI/RdB-RICERCA
Sindacato Nazionale Lavoratori della Ricerca affiliato alle Rappresentanze
Sindacali di Base
Sede Nazionale Roma Vicolo del Buon Consiglio n. 31 c.a.p. 00184
Tel. e fax : 06 4819930 -0669202080
www.usirdbricerca.it
info@usirdbricerca.it

Al prof. Piero Benvenuti
Presidente dell’INAF
FAX 06.35343154

Oggetto: riunione contrattazione integrativa del 13/12/2005.

In relazione alla bozza preliminare del CI 2005, come formulata da codesto Ente, pur concordando,
nella sostanza, sulla necessità più volte richiamata di un allineamento provvisorio dei livelli
retributivi, si esprime il netto dissenso nella forma utilizzata, in particolare su alcune previsioni che si
appalesano lesive degli interessi dei lavoratori.

Nel testo infatti sono presenti gravi illegittimità e illogicità, tra le quali si citano a mero titolo di
esempio:
- la formulazione di una tabella di equiparazione “provvisoria”, illegittima secondo i principi
giuridici e normativi più volte richiamati dallo scrivente sindacato, e contrari a quei criteri di
indirizzo che proprio codesto Ente aveva più volte richiesto come irrinunciabile prerequisito,
ora enunciati all’art. 6 del CCNL 2002-2005, sottoscritto come accordo preliminare tra
ARAN e OOSS ed in via di approvazione definitiva;
- il richiamo, come precedenti di riferimento, a soluzioni “già adottate presso altri enti di
ricerca quali ad es. l’INGV” di cui è nota la vicenda fallimentare, proprio per le illegittimità
più volte richiamate, che pone gravi pregiudizialità sulla reale possibilità di rendere
applicabile un simile accordo;
- la previsione di due diversi regimi di trattamento per i lavoratori ex OOAA, con il personale
EP trattato integralmente secondo quanto previsto dal CCNL Università e dalla CI 2004 e
quello delle categorie B, C e D invece in modo ibrido, per di più con la previsione di un
acconto solo sul trattamento accessorio;
- l’inserimento nello stesso profilo e nello stesso livello economico (il V), di lavoratori
provenienti da due differenti profili (C e D) e aventi diverse mansioni e responsabilità, che
evidenzia come tale tabella sia stata formulata senza alcun riguardo al principio di
equiparazione per mansioni, in contraddizione con quanto affermato nello stesso documento.

Riteniamo che la tornata di CI del 13 Dicembre p.v. non possa assolutamente basarsi su questo testo;
d’alta parte, le gravi illegittimità segnalate rendono il testo non emendabile. Per tali ragioni si invita
codesto Ente a ritirare la bozza di CI 2005 presentata, e provvedere ad una sua completa
riformulazione da concordarsi nel corso della prossima riunione.

Si avvisa inoltre che, qualora la bozza citata dovesse essere sottoscritta senza la eliminazione delle
previsioni illegittime in essa presenti, anche se definite a titolo provvisorio, lo scrivente sindacato si
riserva di ricorre a tutti gli strumenti previsti dalla normativa vigente per tutelare, davanti agli organi
competenti, i legittimi interessi dei propri iscritti e di tutti i lavoratori dell’Ente.

Con l’occasione, infine, si rammenta che gli accordi integrativi, una volta esaurita la fase della
trattativa, devono essere contestualmente sottoposti alla firma delle OO.SS. rappresentative nel
medesimo giorno e alla stessa ora.


Roma, 12 dicembre 2005 USI/RdB-Ricerca
Segreteria nazionale

NOTA:
COME SI PUO' NOTARE,LE AZIONI ILLEGITTIME FANNO PARTE DELLA NATURA DELLA DIRIGENZA INAF E DEI SUOI PROTETTORI. NON C'E' RISPETTO ALCUNO NE' PER LA DIGNITA', NE' PER I
SENTIMENTI DELLE PERSONE. I LAVORATORI DELL'INAF,DALL'INTERNO, PARLANO DI INCAPACITA' DEI LORO DIRIGENTI. NOI PENSIAMO CHE A CIO' BISOGNA AGGIUNGERE L'ASSOLUTA MANCANZA DI REGOLE MORALI. SE NON VIENE SPEZZATO L'INTRECCIO DIABOLICO COPIT-MIUR - INAF,
DOVE SPADRONEGGIA IL GRUPPO DI POTERE CHE ABBIAMO PIU' VOLTE DESCRITTO, IL MONDO DELLA RICERCA ITALIANO SARA' SEMPRE MUTILATO.




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl