IL 12 GENNAIO 2006 RICORRE IL 158° ANNIVERSARIO DELLA RIVOLUZIONE INDIPENDENTISTA DEL 1848. FU IN ASSOLUTO LA PRIMA DELLE NUMEROSE RIVOLUZIONI CHE IN QUELL’ANNO ESPLOSERO IN EUROPA

FU IN ASSOLUTO LA PRIMA DELLE NUMEROSE RIVOLUZIONI CHE IN QUELL'ANNO ESPLOSERO IN EUROPAFRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU "SICILIA INDIPINNENTI"

11/gen/2006 08.09.34 Movimento per l'Indipendenza della Sicilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU "SICILIA INDIPINNENTI"
FRONTE NAZIONALE SICILIANO "SICILIA INDIPENDENTE"

-Sikritarìa Nazziunali-

Kumunikatu Stampa

IL 12 GENNAIO 2006 RICORRE IL 158° ANNIVERSARIO DELLA RIVOLUZIONE INDIPENDENTISTA DEL 1848. FU IN ASSOLUTO LA PRIMA DELLE NUMEROSE RIVOLUZIONI CHE IN QUELL'ANNO ESPLOSERO IN EUROPA

In occasione della ricorrenza del 158° anniversario della Rivoluzione indipendentista del 1848, la prima in Europa di quell'anno, ricco di rivoluzioni indipendentiste e/o liberali, lu Frunti Nazziunali Sicilianu ne ricorda: l'attualità; la modernità dei principi affermati, compresi quelli della rappresentatività popolare e della centralità del Parlamento, nonché della superiorità del Parlamento rispetto allo stesso Re; la scelta indipendentista immodificabile; la proposta CONFEDERALISTA agli altri stati e popoli dell'Italia; i principi sociali e politici affermati; la continuità delle conquiste con la precedente Costituzione del 1812.

Superfluo ricordare che lo STATUTO COSTITUZIONALE siciliano del 1848 era più avanzato in termini giuridici e politici dello STATUTO ALBERTINO emanato da Carlo Alberto per il Regno Sabaudo ed imposto a tutto il Regno d'Italia nel 1861.

La rivoluzione ed il risorto Stato Siciliano furono guidati, com'è noto, da Ruggero Settimo, che, nominato Padre della Patria e Presidente del Consiglio del Regno di Sicilia, si comportò da vero e proprio Capo di Stato in attesa che il Parlamento Siciliano scegliesse un candidato al trono, capace di svincolarsi da ogni legame con la dinastia di appartenenza, che fosse adatto alle esigenze della Sicilia e disposto ad accettare "in toto" la Costituzione Siciliana.

Con la resa di Palermo, il 15 maggio del 1849, lo Stato Siciliano, nato dalla Rivoluzione del 12 gennaio, cessò di vivere. I Borbone tornarono al potere, anche questa volta con la "benedizione" dei liberali e degli unitari italiani che non avevano bene accolto la idea dell'indipendenza della Sicilia.

Ruggero Settimo si recò in esilio a MALTA, a bordo di una nave inglese. Nel porto de LA VALLETTA fu accolto con gli onori di un Capo di Stato. Sarebbe morto a Malta nel 1864 senza avere mai accettato la nomina a Presidente del Senato italiano, che gli era stata offerta nel 1861. La salma del Settimo è oggi sepolta nella Chiesa di San Domenico, Pantheon dei Siciliani.

L'FNS ritiene doveroso ricordare queste vicende, nell'ambito del proprio impegno per il recupero della memoria storica del Popolo Siciliano, per ricordare una parte significativa delle ragioni storiche politiche e giuridiche della Specialità dello Statuto Siciliano, oggi rinnegata dagli stessi inquilini di Sala d'Ercole.-


Palermu 11 Jinnaru 2006

Giuseppe Scianò, Sikritariu FNS

------------------------------------------------------

Si ringrazia per la cortese attenzione

L'Addetto Stampa
(Giovanni Basile)



FRUNTI NAZZIUNALI SICILIANU "Sicilia Indipinnenti"
FRONTE NAZIONALE SICILIANO "Sicilia Indipendente"
Via Brunetto Latini, 26 - 90141 Palermo
tel&fax (+39) 091329456

Internet: www.fns.it / e-mail: fns@fns.it
uff.st.fns@gmail.com

"CUMITATU CITATI 'I CATANIA"
"Comitato Città di Catania"
www.fnscatania.tk (with english introduction and multilanguage translator)
www.nonfartifregare.tk
fnscatania@gmail.com
tel (+39) 1786012222 fax (+39) 1782211303
Skype id: nicheja

"CUMITATU MISSINISI"
fnsmissinisi@gmail.com

"CUMITATU NISSENU"
fnsnissenu@gmail.com

«Diamo, quindi, al Popolo Siciliano - in lotta per il suo ideale millenario - la bandiera di un indipendentismo esente da mafiosità e brigantaggio, auspicandone la vittoria nella libertà, nella democrazia, nella giustizia sociale, nella concordia, nella pace e nello spirito europeistico e mediterraneistico».

Giuseppe Montalbano, 1976




AVVERTENZA
I Comunicati informativi e/o stampa del "Frunti Nazziunali Sicilianu" rispettano le norme sulla privacy del Decreto Legislativo 196/giugno 2003. Essi non rappresentano spam ma informazione politica, culturale ed economica su argomenti di attualità e riflessione aventi ad oggetto la Sicilia ed i Siciliani. Sono inviati a coloro il cui indirizzo è stato segnalato dagli utenti stessi, da conoscenti, dalla Stampa o da elenchi resi pubblici. NON HANNO ALCUN SCOPO DI LUCRO. Chiunque collegato intendesse inviare informazioni, documentazioni, lo può fare, come anche fare inserire un nuovo indirizzo e-mail di un conoscente invitando l'interessato a mandare un messaggio a " siciliaindipinnenti@gmail..com". Lo stesso procedimento, vale a dire l'invio di una e-mail al sopraindicato indirizzo vale per chi volesse essere cancellato dalla mailing list ai sensi del succitato Decreto Legislativo. Accettiamo di buon grado sia consigli che suggerimenti e/o sproni.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl