RIFUGIO PARRELL LA FAVOLA VERA DI " PEPITO "

25/nov/2011 19.55.02 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

RIFUGIO PARRELLI:  LA FAVOLA VERA DI " PEPITO "


Era disperata la signora Vera, perchè aveva perso il suo amico a quattro zampe compagno di vita di tanti anni. Era un grazioso yorkshire tutto pepe. La sua casa, senza di lui, sembrava improvvisamente vuota e la sua esistenza incompleta per via di tutte quelle abitudini che caratterizzano le giornate di chi deve dedicare cure ad attenzione al suo cane. Tra l'altro, ogni spazio della casa ricordava un guaito, uno scodinzolio, un movimento particolare del suo compagno che così esprimeva delle ben precise richieste.L'ora del passeggio, del pranzo, della pulizia, delle coccole, sembrava aver assunto un vuoto non più circoscritto dal tempo, marcando un senso di tristezza e solitudine che solo chi ha perso il suo fedele amico a 4 zampe può comprendere. Così un giorno la signora Vera si decise ad andare a trovare la signora Giuseppina al Rifugio Parrelli, anche per cercare un pò di consolazione al grave lutto che aveva subito: era passato parecchio tempo dall'ultimo incontro, ma le due ebbero l'impressione di non essersi mai lasciate. La signora Vera cominciò a parlare dell' esperienza col suo cane, delle  preoccupazioni, dei momenti del distacco, ben sapendo che la sua interlocutrice comprendeva benissimo le situazioni che descriveva, avendo dedicato completamente la sua vita agli animali e soprattutto a quelli più sfortunati perchè abbandonati dai loro padroni. Dopo la lunga conversazione consolatoria, come per improvvisa ispirazione, la signora Giuseppina chiamò la sua assistente Cristina, pregandola di portare la signora Vera a vedere uno yorkshire, cui era stato dato nome Pepito,presente nel Rifugio da poco tempo. Poco dopo ci fu l'incontro, che doveva rivelarsi quasi fiabesco: " E' il mio cane, -cominciò a dire con meraviglia la signora Vera - è proprio lui! Ha il suo sguardo, la sua simpatia, i suoi movimenti: è proprio lui che vuol ritornare da me!". Indescrivibile la scena quando Cristina diede modo alla signora Vera di tenerlo tra le braccia, di stringerselo al petto....proprio una favola vera che si stava incredibilmente concretizzando. E' superfluo aggiungere che infine Pepito fu dato in adozione alla sua nuova padrona Vera con grande commozione e soddisfazione di tutti. Spesso, la sera, la signora Vera telefona alla signora Giuseppina per manifestarle ancora la sua gratitudine e  farle il rendiconto della sua nuova vita con Pepito: la favola continua.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl