Piacenza: ancora al centro per i Diritti Umani

11/gen/2012 22.23.53 Gabriele Casella Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



I volontari dell’Associazione per i “Diritti Umani e la Tolleranza – ONLUS”, voluta
e supportata dalla Chiesa di Scientology per promuovere e proteggere i Diritti Umani,
questa mattina si sono dati appuntamento a Piacenza, per ricordare la storica data del
10 Dicembre, in cui è nata la “Dichiarazione Universale dei Diritti Umani”.

Un appuntamento in Piazza Cavalli per celebrare i diritti di tutti e “rendere i diritti
umani una realtà, non un sogno idealistico” (frase di L. Ron Hubbard).
Diritti che purtroppo in pochi conoscono ma che fanno la differenza tra società civile
e barbarie.
Nata nel 1948, firmata dalle più grandi Nazioni del mondo, la Dichiarazione
Universale per i Diritti Umani è stata preparata e sottoscritta all’indomani della
Seconda Guerra Mondiale, una tragedia umanitaria e civile.

Ma, a casa nostra come stanno le cose? Il 70 % degli intervenuti questa mattina in
Piazza Cavalli non conosce i 30 diritti umani; il 20% dice di conoscerne almeno
qualcuno.
Molti hanno richiesto i materiali di riferimento distribuiti dai volontari: il libretto che
contiene i 30 diritti umani della Dichiarazione Universale, un DVD che ripercorre la
storia stessa della Dichiarazione e altro materiale educativo. Diverse persone sono
tornate dai volontari per avere altri materiali dopo una discussione tra di loro. E in
molti hanno dato il loro supporto commentando la situazione italiana e piacentina,
dando le loro opinioni e suggerimenti e caldeggiando l’insegnamento dei Diritti
Umani nelle scuole.
Tutto il materiale distribuito ieri può essere richiesto (verrà fornito gratuitamente) a:
dirittiumanietolleranza.brescia@gmail.com (oppure telefonando al n° 3337342103).

Nel pomeriggio di sensibilizzazione sono stati distribuiti circa 100 opuscoli con
i 30 diritti umani illustrati e all’interno una copia completa della Dichiarazione
Universale, più alcuni DVD.
I volontari portavano con sé un display mobile con due mondi: uno sorretto da 4 paia
di mani a rappresentare la gente del mondo, l’altro tempestato di guerra e catene. Il
primo a rappresentare la vita nel rispetto dei diritti umani, il secondo…un mondo
senza diritti!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl