VETERINARIA E ALLEVATORI FIRMANO UN ACCORDO PER LA SALUTE ANIMALE

Il documento formalmente trasmesso ai ministeri della Salute e delle Politiche agricole alimentari e forestali è stato sottoscritto dai presidenti Nino Andena (Aia), Gaetano Penocchio (Fnovi) e Marco Melosi (Anmvi).

Persone Marco Melosi, Gaetano Penocchio, Nino Andena
Luoghi Roma, L'Aia
Organizzazioni Ministero della Sanità
Argomenti impresa, zootecnia, diritto, economia

13/gen/2012 17.36.32 ANMVI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E-mail  inviata dai servizi telematici di ANMVI / EV. Il tuo programma di posta la visualizza male? Guardala on-line



ANMVI

 


INTESA STORICA A ROMA

Veterinari e Allevatori firmano

un Accordo per la Salute Animale

Formale adozione del “Protocollo d’intesa per il Veterinario di fiducia” in zootecnia

____

(Roma, 13 gennaio 2012) - Intesa storica mercoledì sera nella sede romana dell’Associazione italiana allevatori. I Presidenti di Fnovi e Anmvi hanno sottoscritto, insieme al Presidente di Aia, il “Protocollo d’intesa per il Veterinario di fiducia”.

Nasce quindi il Veterinario di fiducia dell’Operatore del settore alimentare (Osa), per contribuire all’epidemiosorveglianza nazionale, alla sicurezza alimentare e alla valorizzazione delle produzioni zootecniche nazionali, un’iniziativa volta ad aumentare la competitività delle imprese e fornire nuovi strumenti per migliorare il management aziendale. Il veterinario d’azienda zootecnica è ufficialmente un partner di fiducia dell’allevatore, un valore aggiunto per la sanità e il benessere animale, per la filiera e per il consumatore di alimenti di origine animale.

Del tutto volontaria l’adesione al protocollo da parte dell’allevatore, che potrà avvantaggiarsi di una semplificazione delle procedure, con l’obiettivo di essere sempre più vicini alle esigenze delle imprese agroalimentari.

Uno strumento utile alla sanità pubblica veterinaria.

Il documento formalmente trasmesso ai ministeri della Salute e delle Politiche agricole alimentari e forestali è stato sottoscritto dai presidenti Nino Andena (Aia), Gaetano Penocchio (Fnovi) e Marco Melosi (Anmvi).

Le sigle firmatarie concordano di offrire una rete di servizi integrati agli Operatori del settore alimentare (Osa) tramite i veterinari di fiducia e i rilevatori dati Aia (controllori) incaricati di rilevare dati zootecnico-produttivi. Si intende in questo modo supportare gli Osa stessi nell’adempiere agli obblighi informativi previsti dalla normativa vigente, anche al fine di contribuire all’implementazione del sistema informativo nazionale per la sorveglianza epidemiologica. La raccolta, la gestione e l’analisi del dato in allevamento è alla base delle strategie di prevenzione delle emergenze, della pianificazione delle misure sanitarie, dei piani gestionali del benessere animale, della biosicurezza e del miglioramento del management.

Il ruolo dei firmatari

Aia deve elaborare un sistema informatico che, oltre a rilevare, raccogliere ed elaborare i dati produttivi, sia in grado di raccogliere ed elaborare i dati di natura sanitaria, mettendoli a disposizione dei due Ministeri interessati, secondo le rispettive competenze, seguendo modalità tecniche da concordarsi con i rispettivi dicasteri.

Fnovi ha il compito di definire i requisiti professionali e la specifica formazione del veterinario di fiducia in merito al servizio reso agli Osa.

Anmvi deve predisporre gli strumenti relativi alla specifica formazione.

I ministeri della Salute e delle Politiche agricole

Il Protocollo d’intesa viene ora trasmesso ai Ministeri della Salute e delle Politiche Agricole. Aia, Fnovi ed Anmvi auspicano che il ministero della Salute e il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali prendano in carico il progetto, nella sua globalità.

In particolare i firmatari auspicano che i due Ministeri, ognuno per le proprie competenze, riconoscano il ruolo del veterinario di fiducia riconoscendolo anche all’interno della Banca dati nazionale e che vengano implementati i necessari provvedimenti in tema di semplificazione burocratica in materia di polizia veterinaria, tracciabilità e sicurezza alimentare, per la valorizzazione dei prodotti di qualità che fanno parte dei circuiti Dop e Igp, sempre nell’ottica di un incremento della competitività aziendale.

Infine si auspica che i due Ministeri promuovano l’adozione di check list condivise per l’esecuzione di controlli ufficiali da parte degli organi incaricati, sempre ai fini di una maggiore semplificazione delle procedure.

Il Protocollo siglato ieri realizza la saldatura della filiera, dalla stalla alla tavola, favorendo i flussi informativi e la raccolta dei dati in azienda zootecnica. Anni di maturazione legislativa, sia a livello nazionale che comunitario, e di progressiva presa di coscienza hanno creato le condizioni per accompagnare veterinari e allevatori verso un traguardo comune, indicato dai principi della prevenzione e della sicurezza alimentare, dal Regolamento CE 852/2004 e, più recentemente, dalla Pac - condizionalità.

La zootecnia nazionale si pone ancora una volta all’avanguardia nelle politiche di prevenzione che, dalla Bse ad oggi, ispirano tutta la legislazione della sicurezza alimentare europea.

Per info:

Aia - Associazione italiana allevatori �“ www.aia.it

Ufficio stampa: mammarella.c@aia.it

Anmvi - Associazione nazionale medici veterinari italiani www.anmvi.it

Ufficio stampa: info@anmvi.it

Fnovi - Federazione nazionale ordini dei veterinari italiani- www.fnovi.it

Ufficio stampa: ufficiostampa@fnovi.it

iBOX DEM

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl