notizie dal mondo 1-15 febbraio 2006

Le intimidazioni alla popolazione palestinese,

17/feb/2006 20.33.24 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 www.rivistaindipendenza.org

 

Dal blocco di "Notizie dal mondo"

1-15 febbraio 2006: 

 

a) Gli Stati Uniti proseguono nel preparare il terreno per lo scatenamento di una nuova aggressione, stavolta all’Iran. Tra le notiziole in merito, segnaliamo quelle del 4 (sulla farsa che si è consumata all’AIEA, Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica, è la più significativa tra le altre in tema), del 4 e del 14 (un paio di notazioni sullo zelo servile -agli USA- della Germania), del 12 (due notiziole sui piani di guerra di USA e Israele) e del 13 (le prime stime sui morti iraniani). A contornare meglio il quadro, notizie diffuse (1, 2, 3, 4, 7, 8, 11, 13). Alla fin fine se proprio sarà inevitabile questa nuova aggressione imperialista, con il codazzo di alleati/subalterni che non mancheranno, piace pensare alla ‘profezia’ di James Petras (4), stante anche le ripercussioni tutt’altro che remote che paventa l’Oxford Research Group (13).

 

b) Parliamo (ancora) di Palestina. Le elezioni non hanno offerto il responso gradito all’imperialismo regionale (Israele) e al suo sponsor imperialista globale (Stati Uniti). Esilarante l’imbarazzo e l’acredine dei ciarlatani occidentali di supposte democrazie e presunte libertà nel dover commentare quei dati elettorali. Le intimidazioni alla popolazione palestinese, nei Territori Occupati, sulle conseguenze di un voto dato ad Hamas hanno ricevuto come risposta una valanga di attestati di non sottomissione e di resistenza. Segnaliamo un paio di notiziole del 1° febbraio sull’atteggiamento di Hamas che distingue tra ebrei ed Israele con interessanti notazioni storiche. Da non perdere anche la carrellata al 14: alcune, riportando dichiarazioni di esponenti di Hamas, delineano le più o meno immediate prospettive d’azione e di governo, altre (la 2^ e la 3^ del 14) illustrano le misure legislative antidemocratiche che il parlamento uscente egemonizzato dalla classe dirigente corrotta e servile di Fatah ha varato per cercare di imbrigliare la politica di Hamas. Ma è tutta la carrellata del 14 che merita di essere conosciuta, nonché chicche sparse al 7, 8, 9, 10 e 13. Per converso segnalazioni da Israele (9, 10, 11, con la prima ed ultima particolarmente significative).

 

c) Sull’attivismo imperialista statunitense nel mondo: NATO-USA / Afghanistan (1, 3); USA / Giappone (10) e USA (3, 4, 7, 8, 9, 13, ).

 

d) Nell’area asiatica e caucasica, segnaliamo innanzitutto la Cina (1, un nutrito blocchetto di notizie al 3 con direttrici Africa, Iran, Russia, e 10); quindi Russia (1, 2, 9, 11); Georgia (5); Kirghizistan (3).

 

 

Nello specifico, poi:

 

Euskal Herria: 1, 10 febbraio.

Irlanda del Nord: 2, 3, 5, 9 febbraio.

Catalogna: 3, 9, 11 febbraio.

Gran Bretagna: 5, 7 febbraio.

Turchia: 11 febbraio.

Venezuela: 1, 3, 4 febbraio.

 

Saluti

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl