Comitato scientifico del Narconon Sud Europa

01/mar/2012 20.02.06 comunita-droga.org Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comitato scientifico del Narconon Sud Europa
Dottor Giuseppe Gulino


Definizione
Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, la salute è uno stato di completo benessere psichico, fisico e sociale dell'uomo dinamicamente integrato nel suo ambiente naturale e sociale e non la sola assenza di malattia.

Un concetto globale di salute
Fisica: in relazione al funzionamento dell’organismo in stretta correlazione con i cosiddetti determinanti prossimali di salute (età, sesso, corredo genetico).
Psichica: capacità di pensare con lucidità, distinta comunque dalla salute psicosociale
Emotiva: capacità di riconoscere ed esprimere in modo appropriato le nostre emozioni, riuscendo a controllarle ed ad esprimerle con equilibrio.
Relazionale: capacità di intraprendere e mantenere relazioni con gli altri individui e con il proprio gruppo di appartenenza.
Spirituale: libertà di praticare il proprio credo religioso e di esternare i propri valori e le proprie scelte comportamentali.
Sociale: in un contesto di degrado, di sottosviluppo, di oppressione, di razzismo, di deprivazione, di inquinamento ambientale, cioè in una società non sana, non si può raggiungere il benessere come equilibrio delle varie dimensioni del concetto di salute.

La salute è un diritto/dovere
Nella concezione che ogni persona ha il diritto di usufruire dei mezzi più idonei per conservarla e migliorarla, per recuperarla in caso di malattia e per eliminare le eventuali conseguenze della malattia Allo stesso tempo ogni individuo deve possedere e adottare uno stile di vita sano, ed in particolare deve conoscere le principali norme di igiene fisica e mentale e le strategie di prevenzione e di educazione sanitaria.

Il concetto di salute, così formulato, si basa ancora oggi sulla definizione ufficiale del termine "salute". La definizione formulata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità è da più di 50 anni la seguente:
"La salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non consiste soltanto in un’assenza di malattia o di infermità". Questa definizione ha portato in primo piano i fattori culturali e psichici e l’ambiente sociale e politico.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità articola negli anni ulteriormente il concetto in un documento del 1984 sulla promozione della salute redatto in vista della preparazione della Carta di Ottawa, che recita come segue: "
(...) questa prospettiva nasce da una concezione di "salute" intesa come campo di applicazione delle capacità individuali o di gruppo, intese a modificare o a convivere con l’ambiente. La salute è quindi vista come una risorsa della nostra vita quotidiana, e non come lo scopo della nostra esistenza; si tratta di un concetto positivo che pone l’accento sia sulle risorse personali e sociali che sulle capacità fisiche".

L’obiettivo del Comitato Scientifico Narconon Sud Europa si esplicita nella promozione del concetto di salute come sopra definito attraverso un continuum di azioni mirate al recupero e al reinserimento sociale di persone con disagio legato alla dipendenza da abuso di sostanze tossiche per l’organismo.
Nel corso degli anni, attraverso un’analisi del fenomeno “dipendenza” e delle relative esigenze terapeutiche, si è constatato come
“diverse metodiche di contatto”, vale a dire il programma pedagogico riabilitativo NARCONON adottato con i soggetti dipendenti, rappresenti uno strumento adeguato nella direzione di un “lavoro sociale” in quanto è diretto al recupero della persona come essere umano e non soltanto al recupero fisico dell’individuo.

Una delle difficoltà del lavoro nel sociale è quella della verifica del lavoro svolto, soprattutto nei suoi aspetti qualitativi. Coi dipendenti da sostanze tossiche per l’organismo, in particolare tossicodipendenti ed alcoldipendenti, le caratteristiche personologiche dei pazienti e la poliedricità intrinseca del problema non facilitano certo il compito e pongono seri limiti oggettivi; peraltro i tentativi svolti soltanto con la somministrazione di sostanze alternative, come è abitudine fare, si sono rilevati controproducenti in quanto assoggettano l’individuo ad altre forma di dipendenza. Inoltre a ciò si è aggiunta la carenza di strumenti operativi e la mancanza di una mentalità di ricerca nel senso della valutazione di programmi riabilitativi alternativi. In questa direzione il Narconon South Europe Scientific Committee esplicita i propri obiettivi.

Validazione del programma NARCONON attraverso:
studi di processo
, attraverso indicatori “intermedi” che monitorano l’andamento del trattamento pedagogico riabilitativo in corso d’opera;
studi di esito, in cui vengono studiati i risultati a breve termine raggiunti dai soggetti, al termine del percorso pedagogico riabilitativo;
studi di follow up, in cui in cui viene effettuato un controllo a distanza di tempo dagli esiti del trattamento pedagogico riabilitativo;
s
tudi sui predittori di esito, centrati sulla ricerca di correlazioni tra alcune caratteristiche dei soggetti e\o del trattamento pedagogico riabilitativo ed un certo tipo di esito al fine di individuare degli indicatori legati all’esito;
sviluppo
una linea di ricerca qualitativa tendente a cogliere gli aspetti soggettivi della esperienza comunitaria su tre aspetti: l’ingresso in Comunità, il gruppo terapeutico ed il distacco. Contestualmente, il Comitato metterà in opera una serie di iniziative legate alla prevenzione primaria ed alla educazione socio sanitaria in accordo con quanto sancito dall’OMS:

- promuovere la conoscenza dei fattori di rischio inerenti la salute e l’ambiente;
- promuovere la conoscenza dei comportamenti che hanno rilevanza per la salute umana, delle variabili psicologiche, relazionali, sociali, culturali, ambientali che influenzano comportamenti a rischio e rendono difficoltosa l’acquisizione di comportamenti sani;
- sviluppare riflessioni sulle convinzioni e sui comportamenti corretti;
modificare le abitudini di vita errate e rinforzare i comportamenti idonei non ancora radicati.

Tali iniziative si svilupperanno attraverso interventi nel mondo soprattutto adolescenziale che rappresenta una scelta importante sotto il profilo strategico per la presenza di soggetti in classi di età omogenee, la concreta possibilità di un coinvolgimento globale, la possibilità di concertare le attività, pianificare gli interventi ed effettuare la valutazione.

L’orientamento è quello di affiancare alla Evidence Based Medicine - o medicina basata sulle evidenze - la scienza cognitiva e socio antropologica che può costituire un passo avanti in direzione di quella medicina intesa anche come "scienza filosofica".

===

NARCONON SOUTH EUROPE SCIENTIFIC COMMITTEE
by Dr. Giuseppe Gulino


Definition
According to the World Health Organization, health is a condition of total psychic, physical and social well-being of the man dynamically integrated in his environment, not only a lack of illness.

A global concept of health
Physical: in connection with the functioning of the organism in strong correlation with age, sex and genetic characteristics.
Psychic: ability to think with lucidity, in any case different from the psychosocial health.
Emotional: ability to recognize and to express rightly our emotions, being able to control them and to express them in a well balanced way.
Relational: ability to begin and to keep relationships with other individuals and with the group of which one is member.
Spiritual: freedom to profess our own religion and to express our own values and our own behavioural choices.
Social: it isn’t possible to achieve the welfare as balance of the various aspects of the concept of health

Health is a right/duty
In the concept that every person has the right to make use of the more suitable means to keep it and to improve it, to recover it in case of illness and to remove the possible after-effects of the illness. In the same time every individual has to have and to adopt a healthy lifestyle, and in particular he has to know the main rules of physical and mental health and strategies of prevention and of sanitary education.
The concept of health, so expressed, is still today based on the official definition of the term “health” The definition expressed by the World Health Organization is since more than 50 years the following::
“Health is a condition of total physical, mental and social well-being, it doesn’t consists only of lack of illness.”
This definition emphasized the cultural and psychic factors and the social and political environment.

The World Health Organization uttered in the years further the concept in a document of 1984 on health promotion, written in view of the preparation of the Charter of Ottawa. That states as follows:
”(...) this prospect arises from a concept of “health” meant as field of application of individual abilities or of a group, intended to change or to coexist with the environment.
Therefore health is seen as a resource of our daily life , and not as the purpose of our existence: it is a positive concept that stresses both the personal and social resources and the physical abilities.”


The purpose of the Narconon South Europe Scientific Committee makes explicit in the promotion of the concept of health as above defined through actions aimed to rehabilitate drug addicts.
During the years, through an analysis of the phenomenon “addiction” and of the relating therapeutic needs, it was ascertained that the Narconon pedagogical rehabilitative program is a proper tool in direction of a “
social work”, as it is aimed at the recovery of the person as human being and not only at the physical recovery of the individual.
One of the difficulties working in the social is the check of the work done, above all in its qualitative aspects. With regard to drug and alcohol addicts, the personal characteristics of the patient and the intrinsic polyhedric nature of the problem don’t facilitate the duty and put serious objective limits; on the other hand, the attempts done only with the administration of alternative substances, how is usually done, proved to be counter-productive, as they subdue the individual to other forms of addiction.
Moreover there is also the shortage of operational tools and the lack of a research mentality in the sense of the assessment of alternative rehabilitation programs.
Narconon South E£urope Scientific committee manifests its objectives in this direction.

Validation of the NARCONON program through:
process studies,
“intermediate” indicators that monitor the progress of the pedagogic rehabilitative treatment;
result studies, in which the short-term results achieved by the individuals are studied, at the end of the pedagogic rehabilitative route;
follow up studies, after an interval of time a control is done on the results of the pedagogic rehabilitative treatment;
studies focused on the research of correlations between some characteristics of the subject and/or the pedagogic rehabilitative treatment and a certain kind or result to locate indicators connected to the result;
development of a
qualitative research line tending to catch subjective aspects of the community experience under three aspects: the entrance into the community , the therapeutic group and the parting. The Committee will carry out a series of initiatives related to the primary prevention and to the socio-medical education, according to what was sanctioned by the World Health organization:
to promote knowledge of the risk factors pertaining to health and environment;
to promote the knowledge of the behaviours that have significance for the human health, of the psychological, relational, social, cultural and environmental variables, that affect behaviours at risk and make difficult the acquisition of sound behaviours;
to develop considerations on convictions and on correct behaviours;
to modify the wrong life habits and to strengthen the suitable behaviours not yet deep-rooted.
These initiatives will develop through interventions especially in the adolescence world, that represents an important choice under the strategic aspect for the presence of homogeneous age groups, the concrete possibility of a global involvement, the possibility to plan activities, to plan the interventions and to do the valuation.

The orientation is to place side by side the Evidence Based Medicine and the cognitive and socio anthropological science that can be a step forward towards that medicine meant also as “philosophic science”.

===





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl