LA CLASSE POLITICA DEVE RISARCIRCI I DANNI

È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali.

14/mar/2006 12.33.47 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
DALLA CARTA EUROPEA DEI DIRITTI Articolo 11
Libertà di espressione e d'informazione

Ogni individuo ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera.
La libertà dei media e il loro pluralismo sono rispettati.

Articolo 12
Libertà di riunione e di associazione

Ogni individuo ha diritto alla libertà di riunione pacifica e alla libertà di associazione a tutti i livelli, segnatamente in campo politico, sindacale e civico, il che implica il diritto di ogni individuo di fondare sindacati insieme con altri e di aderirvi per la difesa dei propri interessi.
I partiti politici a livello dell'Unione contribuiscono a esprimere la volontà politica dei cittadini dell'Unione

Articolo 21
Non discriminazione

È vietata qualsiasi forma di discriminazione fondata, in particolare, sul sesso, la razza, il colore della pelle o l'origine etnica o sociale, le caratteristiche genetiche, la lingua, la religione o le convinzioni personali, le opinioni politiche o di qualsiasi altra natura, l'appartenenza ad una minoranza nazionale, il patrimonio, la nascita, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali.
Nell'ambito d'applicazione del trattato che istituisce la Comunità europea e del trattato sull'Unione europea è vietata qualsiasi discriminazione fondata sulla cittadinanza, fatte salve le disposizioni particolari contenute nei trattati stessi

Articolo 41
Diritto ad una buona amministrazione

Ogni individuo ha diritto a che le questioni che lo riguardano siano trattate in modo imparziale, equo ed entro un termine ragionevole dalle istituzioni e dagli organi dell'Unione.
Tale diritto comprende in particolare:
il diritto di ogni individuo di essere ascoltato prima che nei suoi confronti venga adottato un provvedimento individuale che gli rechi pregiudizio;
il diritto di ogni individuo di accedere al fascicolo che lo riguarda, nel rispetto dei legittimi interessi della riservatezza e del segreto professionale;
l'obbligo per l'amministrazione di motivare le proprie decisioni.
Ogni individuo ha diritto al risarcimento da parte della Comunità dei danni cagionati dalle sue istituzioni o dai suoi agenti nell'esercizio delle loro funzioni conformemente ai principi generali comuni agli ordinamenti degli Stati membri.
Ogni individuo può rivolgersi alle istituzioni dell'Unione in una delle lingue del trattato e deve ricevere una risposta nella stessa lingua.

NOTA:
Come si può ben comprendere, negare la libertà ai cittadini italiani di votare e far eleggere dei propri referenti politici di fiducia ed obbligandoli invece a votare candidati imposti dai vari direttòri partitici, viola palesemente ,tra l'altro, l'art. 41 della Carta Europea dei Diritti ed apre la strada alla richiesta di risarcimento dei danni cagionati. DEI DIRITTI COSTITUZIONALI VIOLATI ( ART.48 ) PARLEREMO IN SEGUITO, PERCHE' LA BATTAGLIA NON FINISCE QUI.


:P.S. La legge 21 dicembre 2005,n°270,approvata con un colpo di mano del governo "antidemocratico" guidato da Berlusconi, ha tolto al Popolo Italiano la capacità di essere Sovrano.
Sono necessarie azioni diverse sia per cacciare i nuovi tiranni,sia per stimolare l'opposizione a farsi portavoce di un cambiamento che ,per quanto vediamo, sarà molto laborioso per il micidiale intreccio di compromessi cui soggiace da moltissimo tempo . Solo una protesta popolare capillare e continua nel tempo potrà dare al nostro Paese le risposte che attende.

Comitato per la salvaguardia della Cultura Europea












blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl