Eco-terrorismo. FederFauna offre collaborazione a rete europea di contrasto alla radicalizzazione.

15/mag/2012 13.12.17 Ufficio Stampa FederFauna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
FederFauna - Ufficio Stampa
--------------------------------------------------------------------------------

Eco-terrorismo. FederFauna offre collaborazione a rete europea di contrasto alla radicalizzazione.

La Confederazione: chi lavora con animali e' comunita' vulnerabile.

FederFauna ha deciso di offrire la propria collaborazione alla rete di sensibilizzazione al problema della radicalizzazione (RAN), l'organismo nato dopo che la Commissione Europea, il 22 novembre 2010, ha adottato una "Strategia di sicurezza interna dell'UE in azione" che individua una priorita' di azione nella prevenzione della radicalizzazione, che puo' portare ad atti di terrorismo.

FederFauna, che tra i propri iscritti annovera numerose imprese e lavoratori dei settori legati agli animali, vittime di gravi danneggiamenti, atti intimidatori e violenza da parte di gruppi "animalisti", intende fornire soprattutto testimonianze dirette, ma anche studi, ricerche, informazioni in tema di eco-terrorismo, da Wikipedia: "una forma di terrorismo a sostegno di ragioni ambientaliste,  ecologiste e animaliste".
 
Un fenomeno di cui in Italia si parla poco, eppure la stessa Federazione Anarchica Informale (FAI), l'organizzazione che ha rivendicato la gambizzazione di Roberto Adinolfi, amministratore delegato dell'Ansaldo Nucleare di Genova, accusato di aver favorito il rientro del nucleare in Italia, e' definita un'organizzazione eversiva anarco-insurrezionalista articolata in diversi gruppi, tra i quali uno denominato "Rivolta Animale".

Durante una delle tante manifestazioni contro l'allevamento Green Hill di Montichiari (BS) svoltasi non tanto tempo fa, alcuni manifestanti hanno affisso manifesti che inneggiavano, oltre alla "liberazione" dei cani, anche a quella dei loro "compagni Costantino, Silvia e Billy". Notizie reperibili sulla rete riportano che Costantino Ragusa, Silvia Guerini e Luca Bernasconi, detto Billy, sono tre animalisti arrestati in Svizzera il 15 aprile 2010 con l'accusa di preparare un attentato dinamitardo contro la succursale di una multinazionale. Solo qualche mese prima dell'arresto, Costantino Ragusa avrebbe partecipato a San Polo (RE), all'ennesima manifestazione contro l'allevamento Morini, all'epoca l'unico "concorrente" dell'allevamento Green Hill in Italia, anche se gia' in via di dismissione, e Luca "Billy" Bernasconi a quelle antipellicce contro Max Mara.

Sara' Renato Celotto, presidente EuTeam e rappresentante non politico di FederFauna presso la Commissione Europea, che consegnera' nei prossimi giorni la documentazione con l'offerta di collaborazione direttamente alla DG presieduta da Cecilia Malmström, la Commissaria per gli Affari interni che ha inaugurato la RAN nel 2011.


--------------------------------------------------------------------------------


FederFauna
Confederazione Europea delle Associazioni di Allevatori, Commercianti e Detentori di Animali
European Confederation of Associations of Breeders, Dealers and Keepers of Animals
Via Altabella, 11 - 40125 Bologna
Tel. 895.510.0030 (servizio a pagamento) - Fax 051/2759026
www.federfauna.org


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl