[News]Spagna

01/apr/2006 06.16.54 comunita-droga.org Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Immagine1

Quarantamila minorenni rischiano danni seri dall'uso di cannabis

item3

In Spagna, il programma Narconon è presente con diversi centri di prevenzione che operano soprattutto nelle scuole e tre centri di riabilitazione:

Narconon Los Molinos
item5
Narconon Retiro
Narconon Mediterraneo

SE CONOSCI QUALCUNO CHE HA UN PROBLEMA DI DROGA O ALCOL C’È QUALCOSA CHE PUOI FARE SUBITO.

CHIAMA 02 - 2851 0138

IL PROGRAMMA NARCONON FUNZIONA.

Narconon è un programma di riabilitazione che non utilizza droghe alternative, farmaci o sostanze che alterano la mente, nel processo della riabilitazione. È un programma di studio (educativo) per la riabilitazione di chi ha abusato di droghe o alcol basato sulle ricerche e le scoperte dell’educatore L. Ron Hubbard.

Opera inedita. Copyright © 2006 dell'Associazione per un Futuro Migliore.

Tutti i diritti riservati. NARCONON® e il logo NARCONON Jumping Man sono marchi d'impresa e di servizio di proprietà dell'Association for Better Living and Education International (ABLE) e sono usati con il suo permesso.

TUTELA DELLA PRIVACY

Gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio provengono da contatti personali o da elenchi e servizi di pubblico dominio o pubblicati. In ottemperanza dell'Art.13 del D.Lgs. n.196/2003, per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati presenti nel nostro archivio. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse, è possibile evitare qualsiasi ulteriore contatto rispondendo a questa stessa e-mail, con "Cancella" come oggetto del messaggio oppure cliccando qui.

I consumatori abituali di cannabis (coloro che fumano oltre tre spinelli al mese, nelle valutazioni del Plan Nacional sobre Drogas) mettono a repentaglio la loro salute fisica e mentale e possono sviluppare una dipendenza alla sostanza.

Applicando il calcolo ai fumatori problematici d'eta' inferiore ai 19 anni (circa 400.000), l'ente indica in 40.000 i possibili candidati alla dipendenza. Lo studio che porta a queste conclusioni si e' concentrato sui giovani dai 14 ai 18 anni, i piu' soggetti a rischi permanenti dal consumo di questa sostanza, spiega la ministra della Sanita' Elena Salgado.

Proprio in questa fascia, negli ultimi dieci anni il consumo e' raddoppiato, passando dal 18,2% del 1994 al 36,6% del 2004. I dati: il 16% dei 2,5 milioni di giovani dai 14 ai 18 anni e' consumatore abituale di hashish o marijuana. Quindi sono 400.000 persone, di cui il 10% particolarmente soggetto a sindrome da dipendenza. A questi si sommano altri 300.000 individui che sperimentano la droga, di cui un 10% a rischio dipendenza. In questo modo si arriva a 70.000 dipendenti dalla sostanza.

Una delle novita' di questo studio, che riassume 150 ricerche precedenti, e' la risoluzione di una delle controversie sul pericolo della cannabis: se sia causa o conseguenza di disturbi psichiatrici. Ogni volta risulta sempre piu' chiaro che il suo uso e' all'origine dei disturbi psichiatrici di cui soffrono i consumatori, e non il contrario, afferma la segretaria del Plan, Carmen Moya. In concreto, il rischio di psicosi si triplica con il consumo di cannabis, secondo questo studio. Vi si deduce anche un legame con il fallimento scolastico. La signora Moya sostiene che ripetono più studenti che consumano più droga, non il contrario.

L'aumento del consumo va di pari passo con il regredire della sensazione di rischio. Come esempio la ministra ha segnalato che il 62% delle pagine di Internet sul tema, presentano la cannabis in termini positivi. Nel 2003, oltre otto milioni di persone sopra i 15 anni affermavano di averla usata qualche volta. La ricerca pone l'accento sugli effetti dell'uso abituale della cannabis, che considera il miglior modo per dissuadere. Ci sono effetti immediati e cronici, psicologici ed organici. Tra questi, a breve termine, alterazione della memoria, difficolta' di concentrazione, euforia seguita da sonnolenza, pericolo alla guida (in Francia si e' registrato che i consumatori di cannabis sono coinvolti tre volte di piu' in incidenti con vittime mortali). Inoltre ci sono casi di psicosi, delirio e disturbi della personalita'.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl