il ruolo politico della cultura rifmomista

Attualmente nota che "quasi tutti i partiti_si dichiarino "liberali", di questo nobile termine venga fatto un uso distorto ed improprio, non solo per opportunità ma, talora per autentica "ignoranza"

30/apr/2006 01.56.47 Italia Laica Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ITALIA LAICA


Claudio Tommasini nell’Edizione 92 del 29-04-2006 dell’Opinione in Forze di democrazia laica nella vita politica italiana”


Ritiene che sia opportuna una “riflessione sulla conoscenza e la diffusione della cultura liberal-democratica nel nostro Paese ed all’incidenza che essa ha nelle scelte d’indirizzo politico della cosa pubblica”.


Attualmente nota che “quasi tutti i partiti…si dichiarino “liberali”, di questo nobile termine venga fatto un uso distorto ed improprio, non solo per opportunità ma, talora per autentica “ignoranza”


Tutto ciò è dovuto ad una scarsa diffusione della cultura liberale oggi diffusa solo da pochi giornali pertanto auspica


“un’associazione “Amici dell’Opinione” che organizzi convegni su temi di particolare rilevanza e sviluppi altri progetti per la divulgazione della cultura liberale”. 


Italia Laica ritiene la proposta interessante non solo sul piano culturale ma anche politico. Riflettendo sui valori e sul pensiero liberladmocratico e riscoprendo tali valori comuni sarà più facile varare una proposta politica diversa dalle attuali legate solo alla propaganda e non alla condivisione di valori. Ovviamente sarà anche una sede autorevole ed “amica” per discutere di come rilanciare i riformismo nella politica italiana.

Coordinamento nazionale di ItaliaLaica

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl