GETRONICS ITALIA ACQUISTATA DA INNOTECH?

26/apr/2006 23.00.00 collettivolavoratorigetronics Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
GETRONICS ITALIA ACQUISTATA DALLA INNOTECH?

Si vocifera che domani i vertici della Getronics potrebbero presentare un'offerta d'acquisto da parte di Innotech.Ovviamente dopo la gestione fallimentare dell'inquisito Schisano presso la Procura d'Ivrea per la bancarotta fraudolenta di OPC e la gestione fallimentare di Getronics:1- perdita di 300 milioni di euro di fatturato a a favore di sue aziende e quelle collegate alla compagnia delle opere;2- Perdite di esercizio per 200 milioni di euro;3- gestione dell'Azienda in mano ai suoi consulenti e fornitori complici;4- nessun piano industriale;5 diminuzione del personale di circa 1300 unità;6- mobbing a tappeto per quelli che hanno capito i suoi loschi traffici;7- erogazioni di fondi a favore della corporate;8- le vicende fallimentari di Alchera Sume, EnterPrise E-ducational;9- il totale distacco dei lavoratori da Schisano e la sua impresentabile dirigenza.La nostra Azienda è stata vittima di questo malaffare diffuso e non del mercato e quindi ogni lontana ipotesi di coinvolgere questi professionisti della distruzione sarà contrastata soggetti rivolterà contro tutti i lavoratori. Intanto viene scoperto il doppio gioco del sindacalista nazionale della Uilm Giannetti il quale rilascia interviste ed esterna la sua "opposizione" contro i veti posti dal Ministero e dai vertici Getronici sulla presenza delle rappresentanze sindacali aziendali e poi nei fatti non ha formalizzato le sue posizioni. E' interessante leggere una nota della Fiom Cgil nazionale a firma di Enzo Masinache provvediamo a pubblicare. Una nota che smaschera definitivamente il burocrate nazionale della Uilm. Uno di quelli che da tempo non ha nascosto le sue ostilità contro i blog informativi dei lavoratori e delle lavoratrici Getronics.


LA NOTA DELLA FIOM CGIL NAZIONALE


Roma, 21 aprile 2006



alle delegate e ai delegati Fiom Getronics





L’improvvisa esternazione del Coordinatore nazionale Uilm per il gruppo Getronics, in merito al previsto incontro del 27 p.v., è caratteristico di una pratica sindacale alla quale è necessario non concorrere. La posta in gioco del futuro di Getronics e quello immediato dei lavoratori esternalizzati, richiede a tutti il massimo senso di responsabilità, correttezza e trasparenza nel rapporto con i lavoratori.
La Fiom nazionale, che pure ha una larga maggioranza di consensi fra i lavoratori e nel coordinamento, è sempre stata disponibile ad ascoltare tutte le posizioni e a definire scelte unitarie, non per debolezza ma per dare più forza alla difesa dei diritti e degli interessi di chi rappresentiamo.
Diffondere posizioni di organizzazione, lasciando intendere che gli altri la pensano diversamente, su un argomento così delicato e importante come la presenza della delegazione sindacale agli incontri, serve solo a creare disorientamento e ad incentivare il gioco al discredito verso le organizzazioni sindacali e le Rsu del quale ci sono già troppi esempi.
Nel merito dell’incontro è giusto che come delegati Fiom sappiate che la nostra organizzazione, d’intesa anche con la Fim, ha già comunicato non alla stampa ma al Map, che questo del 27 aprile deve vedere la presenza del coordinamento e, in tal senso, vi chiedo di predisporre la vostra presenza a Roma fin dalle ore 11.30 presso il Map (in via Molise).
ENZO MASINI FIOM NAZIONALE


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl