notizie dal mondo 15-31 maggio 2006

06/giu/2006 13.40.00 indipendenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

www.rivistaindipendenza.org

 

 

Dal blocco allegato di "Notizie dal mondo"

15-31 maggio 2006:

 

 

a)      In primo piano ancora Teheran. Stavolta una panoramica della sua politica estera nell’area. Al 16 vedere i rapporti Iran / Russia, e poi con Tagikistan, Turkmenistan, Kazakistan, Armenia, Azerbaigian, Caucaso-Asia Centrale. Insomma, andare oltre il pretesto del nucleare addotto dall’amministrazione USA, come battage propagandistico, per creare il nuovo nemico dell’umanità da abbattere perche d’intralcio ai suoi disegni imperialisti. Interessante notare, in questa carrellata, come la Russia sia ovviamente preoccupata da questa aggressività statunitense, ma al contempo veda il rapporto con l’Iran nell’ottica di un suo appiattimento sotto le sue pelose ed interessate ali protettive di rinascente spinta imperiale. Subordinazione cui Teheran mostra al momento di non voler condiscendere. Sempre in tema, si veda Iran 20 (storiella dei “nastri”), 21 e 23 (Iraq e nucleare).

 

b)      Balcani, in particolare il Montenegro dopo il referendum che ha sancito la fine della federazione con la Serbia. Se ne parla come di un referendum d’indipendenza, solo che subito quelle stesse classi dirigenti che l’hanno perseguita consegnano il paese a NATO, cioè USA, e al suo vassallo Unione Europea (23). Significativo in tal senso leggere Solana al 22. Effetti a cascata: se ne parla al 23 in generale e al 30. Non manca la Russia (30) che in Montenegro lavora per i suoi interessi, con buona pace dei “fratelli” serbi. Questi, tra debiti più o meno condivisi, sbocchi al mare e quant’altro, hanno ora le loro gatte da pelare: Kosovo oggi, Vojvodina (23) domani?

 

c)      Euskal Herria (Paesi Baschi). Da queste parti ci si chiede: perché Montenegro sì, e (anche) Paesi Baschi no? L’europeo Solana (22) parla di delirium tremens per chi chiede parità di diritti. Le indipendenze serie, non servili (come sarebbe nel caso basco) o anche solo non opportune, da Bruxelles e dal suo committente Washington non vanno ovviamente bene. Ma i baschi son gente tosta e non demordono. Nonostante la repressione e i traccheggiamenti di Madrid. Scarrellata al 18, 19, 21, 22, 23, 25, 26.

 

d)      Italia. Della serie: ci ritiriamo dall’Iraq, cioè restiamo. E ce n’è pure per l’Afghanistan. La cornice ideologica ce la dà il neoministro degli Esteri D’Alema al 21 (un paio di notiziole in merito). Niente di nuovo sotto il sole, ovviamente. Son decenni che la solfa è la stessa. Tra Iraq e Afghanistan, comunque, camaleonti scatenati al 17, 19 [vedere: Afghanistan / Italia], 21, 23.

 

e)      America Latina. Colombia (21, 22, 28, 29, 30) e rielezione Uribe; Bolivia (17, 20), Ecuador (18, 30); Venezuela (18, 23, 30); Brasile (18); Cile (21).

 

f) Notiziole sparse, ma significative:

 

1.     USA. La paura della Cina (23, 29) per cui è già partita (Afghansitan, Iraq,...) la “guerra infinita” in vista dello ‘scontro finale’. Pronti a colpire in un’ora (29), ma intanto testano nuove armi, ad esempio in Iraq (18). Altre notiziole e non proprio d’appendice: al 31 (Goldman Sachs ha come ministro Mario Draghi in Italia e Henry M. Paulson Jr. negli USA); album dei ricordi (di massacri) per Washington (Corea la 31); Iran (19 e 30); rapporti con la Libia al 24. Infine una curiosità che dà da pensare: gli USA forse si danno l’inglese come lingua ufficiale (19).

 

2.      Sull’Iraq due chicchette al 28 (poco se ne parla, ma i militari britannici si danno) e, al 31 (USA / Iraq), una testimonianza dal fronte.

 

 

Tra l’altro (se non vi è bastato):

 

Sardegna (22 maggio)

Germania (15 e 31maggio)

Francia / Afghanistan (15 maggio)

Polonia (22 maggio)

Palestina (24, 31 maggio)

Israele / NATO (30 maggio)

Afghanistan (19, 30 e -cfr Germania- 31 maggio)

 

E stavolta, per carità di Patria, ci fermiamo qui.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl