Campania niente farmaci nei supermercati,penalizzati i consumatori

Campania niente farmaci nei supermercati,penalizzati i consumatoriL'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)protesta fortemente, perchè la grande distribuzione continua a penalizzare Napoli, la Campania; zone dove non sono stati ancora istituiti corner per la vendita di farmaci da banco, di automedicazione nei centri commerciali, cosa già realizzata, invece, in altre regioni d'Italia, come a Bari.

13/ago/2006 18.33.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)protesta
fortemente, perchè la grande distribuzione continua a penalizzare Napoli, la
Campania; zone dove non sono stati ancora istituiti corner per la vendita di
farmaci da banco, di automedicazione nei centri commerciali, cosa già
realizzata, invece, in altre regioni d'Italia, come a Bari. La richiesta
dell'Acusp nasce anche dalla necessità di garantire ai campani gli
allettanti sconti (fra il 20 e il 30 per cento)praticati nei supermercati
dai farmacisti. L'Acusp, in merito all'applicazione del decreto Bersani
sulle liberalizzazioni, ha scritto al Presidente della Regione Campania
affinchè solleciti l'apertura dei corner vendita farmaci anche in Campania.
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
Dr Alfredo Capasso
3398697687

Caro benzina, anche in questo caso la grande distribuzione non apre in
Campania distributori di benzina discount. Grazie ai quali aziende e
famiglie potrebbero risparmiare fino a 10 centesimi di euro al litro. In
Italia, la Lombardia in primo posto dove ultimamente l'Auchan ha inaugurato
due distribuoti di benzina vicino a ipermercati, già sono 11 il numero
totale di distributori aperti dalle catene della grande distribuzione,
nessuna al sud. Pochissimi anche i self-service in Campania dove la benzina
è più cara di altre regioni d'Italia
Inoltre, l'Acusp chiede alle Autorità competenti, ad esempio Guardia di
Finanza, maggiori controlli dal momento che molti distributori non
posizionano in modo leggibile i tabelloni con i prezzi della benzina,che
devono essere sufficientemente illuminati di sera.
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
Dr Alfredo Capasso
3398697687





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl