Una nuova sede per la Scuola Steineriana di Varese

21/ago/2006 15.02.00 Notiziario delle associazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
EURO PIXEL ITALIA - no profit www.quibio.it - la BIOPLASTICA che rispetta l'ambiente - Il primo e-commerce di prodotti usa e getta Bio eco-compatibili come piatti, bicchieri ecc... rigorosamente biodegradabili e compostabili al 100%.

 


Servizi

 


Al cinema

 


In TV

 

 

 

Torna al Notiziario

Il Meteo

 

21 agosto

Il Comune ha concesso in affitto l'ex scuola elementare di Cartabbia, già sede della Montessori

L'associazione per la Pedagogia Steineriana ha una nuova sede a Varese

Il Comune di Varese ha concesso in affitto all’Associazione per la Pedagogia Steineriana di Varese l’ex scuola elementare di Cartabbia, fino all’anno scorso affidata alla scuola Montessori. Così, finalmente, dopo anni di attesa anche la Scuola Steineriana potrà decollare! 

Gli spazi adeguati sono la premessa indispensabile per poter svolgere e, soprattutto, sviluppare nel tempo le attività a favore dei bambini, secondo i principi della Pedagogia Steineriana, che da anni l’Associazione promuove a Varese.

 Nonostante tutto negli anni scorsi tanto è stato fatto da questo punto di vista con l’avvio dell’asilo (ora al quarto anno di attività) e dall’anno scorso è partita anche la prima classe elementare.

Grazie alla nuova sede da settembre 2006 si riprenderà a lavorare ancor meglio con l’asilo, la prima e la seconda elementare.

Sono perciò ancora aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2006/2007, mentre insegnanti e organizzatori sono a disposizione per illustrare il piano di studi e per dare ogni utile informazione.

Associazione per la Pedagogia Steineriana di Varese

via T.Tasso, 20 – 21100 Varese

Referenti:

Isabella Secci tel. 0332-28.82.84 

Lucia Antonetti tel. 0332-24.10.91

www.steinervarese.org

 

20 luglio

Anche l'Mc Varese in piazza per distribuire copie del decreto e raccogliere le firme dei cittadini

Iniziative in cento piazze d'Italia a favore del decreto Bersani

L’importantissima riforma del Governo sulle liberalizzazioni vede tutte le associazioni dei consumatori unite e compatte, come mai nella storia del consumerismo, nel sostenerne l’approvazione.

Dal coordinamento di tutte le associazioni sono state individuate diverse iniziative, alcune in corso, altre in fase di organizzazione e che vedono la partecipazione attiva delle sedi territoriali del Movimento Consumatori.

Movimento Consumatori Varese invita i cittadini italiani a firmare la petizione a favore del decreto Bersani, che oggi sarà distribuita dalle associazioni  nella città di Varese, insieme a un volantino che spiega quali sono le innovazioni introdotte dal decreto.

Le Associazioni dei consumatori facenti parte del CNCU, allo scopo di rendere condivisi i pareri e le proposte da trasmettere al Governo e per rendere semplice al cittadino l’appoggio al decreto Bersani, hanno predisposto il sito
www.facciamocisentire.org nel quale è possibile firmare la petizione per chiedere l’approvazione dello decreto senza modifiche. Ma dove è possibile anche:

·       prendere visione delle “Nuove norme sulla concorrenza e i diritti dei consumatori” stilate dal Ministero dello Sviluppo Economico;

·       visionare e appoggiare la piattaforma di proposte aggiuntive al decreto redatta dalle Associazioni dei consumatori;

·       prendere visione dei parlamentari presenti e non presenti alla votazione della legge;

·       prendere visione del voto favorevole o contrario dato dai parlamentari.

Movimento Consumatori Varese – piazza De Salvo 5

tel/fax 0332.810569 varese@movimentoconsumatori.it

22 giugno

Una proposta di Auser Varese per rispondere alle situazioni di isolamento domestico degli anziani

E...state insieme a noi

Vivere in autonomia nel proprio alloggio è l'aspirazione principale della quasi totalità delle persone anziane. Un desiderio che rimane intatto anche quando si rimane soli, cosa che oggi succede al 27% degli ultrasessantacinquenni. Queste persone, però, anche in ragione dell'affievolirsi delle relazioni familiari, rischiano di vivere in solitudine gran parte del loro tempo, esposte, tra l'altro, a non pochi pericoli anche all'interno delle mura domestiche. Ci sono realtà dove il sistema di relazioni sociali si va progressivamente riducendo dando luogo ad un degrado ambientale ed urbano che è l'esatto contrario dei valori fondativi dell'idea di città. E' necessario, allora, avviare processi di ricomposizione sociale a partire dalle microrealtà urbane (il singolo edificio, il complesso residenziale, il quartiere) per aiutare le persone anziane a trovare nuove forme di socializzazione , ad iniziare dall'azione per il riconoscimento dei bisogni comuni e la partecipazione alla ricerca della loro soluzione, anche giocando un proprio ruolo nella risposta ad esigenze condivise.
Si tratta  di facilitare e incentivare la permanenza dell'anziano in un domicilio autonomo,  valorizzando  il sistema di relazioni della persona anziana, la sua capacità di vivere il territorio, di partecipare, di sentirsi inclusa e parte di una comunità.
Si inserisce in questa linea il percorso intrapreso da Auser Volontariato Varese da più di un anno per rompere le situazioni di isolamento domestico in cui finiscono per vivere tanti anziani nella solitudine del loro alloggio e per rinnovare rapporti di solidarietà e di buon vicinato.
Tra le iniziative che proponiamo "E.state insieme a noi"  dal 3 luglio al 21 luglio , dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 17,30 in un'area boschiva di proprietà del Comune di Varese in via Lombardi dietro Piazza De Salvo  (Zona Bustecche ).
Sono invitati a parteciparvi gli Over 60 del Quartiere Bustecche , ma non solo,  accompagnati , se lo vogliono, da figli  e nipoti.
La manifestazione nasce dall'esigenza di offrire un'opportunità di aggregazione per gli abitanti del Quartiere e vuole essere un luogo di incontro e di attività diventando un riferimento quotidiano per tutti i partecipanti.
Le attività proposte sono: giochi e tornei di carte (scopa, briscola e scala quaranta), tornei di scacchi e dama, tornei di bigliardino e ping pong, tombolata settimanale; per le signore laboratori manuali (creazione di gioielli, ecc.); lettura giornaliera di quotidiani e gruppi di discussione e, in caso di pioggia cineforum a tema presso la sede Auser di Piazza De Salvo.
Sono previste anche attività ludiche e giochi di gruppo per i bambini.
I vincitori dei vari tornei avranno diritto a premi messi in palio dall'Associazione Auser.
Sarà a disposizione degli ospiti un servizio di ristoro (bibite, caffè, patatine fritte, pop corn, piccoli snack, caramelle, ecc.).
Gestiranno le attività ludico-ricreative i ragazzi e ragazze che stanno svolgendo nell'anno corrente il Servizio Civile.

Gli anziani con difficoltà potranno usufruire di un servizio di trasporto gratuito abitazione/Piazza De Salvo organizzato dal Filo D'Argento (800995988)

Per ulteriori informazioni :
Bruna Brambilla (cell 333-4169612)
Auser Piazza De Salvo 9 (0332-341843)

25 maggio

In occasione del 35° anniversario di Nuova Urbanistica e del 120° di Legacoop

Coopinfesta: festa della cooperazione, dell'associazionismo e del volontariato alla Schiranna il 1° e 2 giugno

Nel quadro delle iniziative promosse per celebrare il 35° anniversario di Nuova Urbanistica e il 120° di Legacoop, un particolare rilievo assume festaincoop che si svolgerà nei giorni 1-2 giugno prossimi.

Si tratta di un appuntamento promosso e gestito da Nuova Urbanistica, con il contributo di Legacoop e CoopLombardia, ma aperto alla partecipazione delle associazioni e delle cooperative che vorranno partecipare.

Associazioni e Cooperative, oltre ad essere invitate agli appuntamenti in programma,  avranno a disposizione, gratuitamente, appositi spazi per promuovere immagine e attività di ciascuna di loro.

Vi rivolgiamo un invito particolare per la manifestazione di apertura prevista per giovedì 1° giugno alle ore 20.00 (con la presenza dei presidenti regionali  e provinciali di Legacoop, Uisp e Forum del Terzo Settore) e al pranzo sociale di venerdì 2 giugno (previo versamento di un contributo di € 10,00 a persona, come stabilito per i soci di Nuova Urbanistica).

Per la gestione degli spazi si prega di concordare con Franco Zanellati (Tel./Fax 0332/813001 - E-mail varese@uisp.it ).

Programma:

VARESE - SCHIRANNA Area ex Go-kart di via Vigevano

Giovedì 1° giugno 2006

ore 20.00: apertura Festa

ore 20.15: Dibattito sul tema "Cooperazione, Associazionismo, Volontariato, una risorsa insostituibile per la crescita sociale del Paese". Partecipano i presidenti di Legacoop, Forum del Terzo Settore, UISP.

Venerdì 2 giugno 2006

ore 11.00: Buon compleanno Nuova Urbanistica ! Nel 35° anniversario della Cooperativa presentazione del volume "I Calendari di Nuova Urbanistica"

ore 12.30: Premiazione soci e pranzo sociale

ore 15.30: "W la Repubblica, W la Costituzione", concerto del Corpo Musicale di Arcisate

laboratorio di attività creativa per bambini e ragazzi "Riciclare giocando" proposto da Coop Lombardia e Coop Pandora

ore 18.00: Sergio Banali presenta il suo romanzo padano  "Avanti Popolo"

ore 21.30: concerto "Scirocco da Sud" con il Gruppo "La Moranera"

18 maggio

Promosso dalla Fondazione Serughetti La Porta assieme ad una ventina di associazioni

A Bergamo un Comitato per la difesa della Costituzione

Assieme ad una ventina di associazioni bergamasche la Fondazione Serughetti Centro Studi La Porta ha costituito il 12 gennaio un Comitato per la difesa della Costituzione, aderente al comitato nazionale "Salviamo la Costituzione".

Gli obiettivi principali che motivano il nostro impegno sono sia quello di approfondire la riflessione sulla Costituzione della Repubblica Italiana e sul suo carattere fondativo della democrazia repubblicana, sia anche di diffondere le ragioni della critica e del rigetto della recente riforma della seconda parte della Costituzione, anche in preparazione del referendum popolare.
Noi siamo convinti sostenitori del modello e dei valori della democrazia partecipativa della Costituzione vigente, della natura parlamentare della nostra Repubblica, con il pluralismo e l'equilibrio dei poteri che le sono propri, nonché dell'unità, dell'uguaglianza e della solidarietà nazionali.

In collaborazione con "Libera" e con i Giuristi democratici di Bergamo pensiamo di organizzare una serie di incontri, con interlocutori autorevoli, su alcune parole che chiariscano i valori fondamentali che ispirano il patto costitutivo del nostro stato.

Le parole scelte non riguardano un unico articolo della Costituzione, ma ne attraversano diversi. Questa impostazione non vuole trascurare gli aspetti più propriamente giuridici (questi non vanno mai sottovalutati se si vuole davvero avere a cuore i diritti di tutti e l'importanza di regole condivise per la casa comune), ma permetterà di affrontare l'argomento in modo che si evidenzino anche gli aspetti politici, sociali, etici che il testo giuridico intende salvaguardare e promuovere.

Le parole che intendiamo proporre alla riflessione e alla discussione sono diverse:  lavoro, democrazia, laicità, informazione, uguaglianza, legalità, parlamento, federalismo e autonomie locali.

Fondazione Serughetti La Porta

viale Papa Giovanni XXIII, 30 - 24121 Bergamo

tel. 035.219230 fax 035.249880

e -mail: info@laportabergamo.it
www.laportabergamo.it

18 maggio

Il Comune di Sesto Calende in collaborazione con Agenda21 dei Laghi e Cast organizzano un incontro sul sistema di incentivi che è possibile ottenere installando impianti fotovoltaici

“Contoenergia”: più produci meno paghi

Risparmiare sulla bolletta della luce è possibile. Basta produrre energia con i pannelli fotovoltaici. Dall’estate scorsa con il decreto del ministero delle Attività produttive, il cosiddetto “Contoenergia”, anche in Italia è possibile ricevere finanziamenti per i sistemi fotovoltaici. Si tratta di una quota annuale incentivante che viene stabilita in base alla taglia dell’impianto e nel momento dell’attivazione per la durata di vent’anni. Con questo sistema è possibile farsi pagare l’energia prodotta e non pagare quella consumata.

Ma chi e come può accedere al “Contoenergia”? 

Per saperne di più il Comune di Sesto Calende in collaborazione  con l’Agenda21 dei Laghi e Cast, Centro per un appropriato sviluppo tecnologico di Laveno M. (Va) hanno organizzato martedì 23 maggio alle ore 21 nella sala conferenza del Comune di Sesto Calende un incontro con un esperto che illustrerà tutti i vantaggi per l’ambiente e per i cittadini del sistema incentivante del fotovoltaico. Il relatore della serata sarà Flavio Conti, esperto di questioni energetiche già ricercatore del Centro comune ricerche (Ccr) Ispra.

L’iniziativa si inserisce nel ciclo “Questione di stile” un progetto di educazione allo sviluppo promosso e curato da Cast e cofinanziato da Fondazione Cariplo. Il suo obiettivo è quello di promuovere, con incontri, corsi e laboratori di ecologia domestica, stili di vita più sobri e sostenibili.


Per informazioni: Cast tel. 0332.667082 www.cast-ong.org.

11 maggio

Al 10+CortoFestival di Matera

Miglior regia per Sunek, cortometraggio prodotto dal Centro Servizi per il Volontariato di Como

Grande trionfo per Sunek al Primo Concorso Cinematografico 10+CortoFestival riservato ai giovani europei che si è concluso il 9 maggio scorso a Matera. Sunek (Impulso), il cortometraggio realizzato dal regista Paolo M Gagliardi e prodotto dall'Associazione Volontariato Comasco-Centro Servizi per il Volontariato in collaborazione con il Gruppo disabilità e il Comune di Erba, ha conquistato la giuria e il premio di Migliore regia tra le opere in concorso. Il Festival  rientra nell'ambito di un progetto cofinanziato dall'Unione Europea nell'ambito del programma Prince, dedicato all'informazione ai cittadini sul tema dell'allargamento dell'UE. Il concorso si è proposto di scoprire popoli e culture dei 10 nuovi Paesi dell'Unione Europea (Polonia, Estonia, Lituania, Lettonia, Malta, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Cipro, Slovenia) attraverso il cinema e le arti visive. Sunek ha raggiunto appieno l'obiettivo, è infatti una storia d'amore, di amicizia e di incontri tra giovani italiani e sloveni che superano barriere fisiche, culturali e linguistiche grazie agli "impulsi" che ci aprono l'uno all'altro.

Per informazioni e interviste contattare il Centro Servizi per il Volontariato: tel. 031.301307; email: info@csv.como.it. sito web www.csv.como.it 

4 maggio

A proposito di nuove strade e svincoli ...

Gli  Amici del bosco di Origgio ed il Comitato cittadini attivi contro lo svincolo Saronno Sud

Recentemente le cronache locali hanno riportato notizie di nuovi e vecchi progetti di strade e svincoli sul territorio in cui viviamo.

Gli Amici del Bosco di Origgio ed il Comitato Cittadini Attivi contro lo Svincolo Saronno Sud, il mese scorso, hanno presenziato ad una assemblea pubblica in Cantalupo. All’ordine del giorno il progetto di una nuova tangenziale nel comune di Cerro Maggiore, che dovrebbe collegare la strada statale del Sempione alla Bustese, sgravando (nelle intenzioni dei proponenti..) dal traffico di attraversamento il centro di Cantalupo. Tale bretella prevederebbe la costruzione di una rotatoria nel Comune di Origgio, insistente in parte su pregiate aree boschive.

Su tale progetto si innestano due altre ipotesi di modifica del territorio: la costruzione di un grande centro logistico in Cantalupo (avversato dalla popolazione locale e dalla stessa Amministrazione di Cerro Maggiore) e la trasformazione in svincolo entrata/uscita autostradale dell’attuale uscita Origgio Ovest sulla A9.

Gli Amici del Bosco ed il Comitato ritengono di dover chiarire la loro posizione su questi controversi progetti.

Innanzitutto una osservazione: l’Amministrazione comunale di Origgio, nelle sue osservazioni al progetto di svincolo Saronno Sud che graverebbe sul territorio dei comuni di Origgio e Uboldo, ha sempre sostenuto che l’eventuale costruzione di questo nuovo snodo autostradale avrebbe dovuto prevedere, tra le forme di compensazione per l’enorme disagio alle popolazioni (sempre dichiaratesi contrarie al progetto in ogni discussione pubblica) la chiusura di tutti gli attuali svincoli insistenti sul territorio origgese, sia in entrata che in uscita.
L’ipotesi di potenziamento dello svincolo Origgio Ovest contraddice in toto tale ipotesi, rendendo vieppiù necessario un NO chiaro al progetto Saronno Sud.

Sia il ventilato nuovo svincolo autostradale sulla A9 in Cantalupo di Cerro Maggiore che la rotatoria e la bretella di collegamento nel tratto tra Origgio ed Uboldo prevedono, tra l’altro, delle criticità:
1.     l’ubicazione della rotatoria in comune di Origgio in zona altimetricamente soggetta a possibili esondazioni ed allagamenti
2.     Il sacrificio di campi e boschi a pro di nuovo asfalto e cemento.

Gli Amici del Bosco ed il Comitato Cittadini Attivi, pur riconoscendo legittima la richiesta dei cittadini di Cantalupo di voler in qualche modo sgravare dal traffico il loro centro, ritengono irrinunciabile sottolineare la dannosità di opere che comportino, per un obiettivo tutt’altro che sicuro (la riduzione del traffico di attraversamento) una distruzione sicura degli spazi verdi del territorio, preziosi per la vita di tutti gli abitanti del circondario.
La posizione delle due Associazioni è contraria a qualsiasi progetto che porti nuovo traffico e minacci le ultime aree verdi esistenti in un territorio sempre più invaso dal cemento.

Ribadiscono la loro volontà di pervenire ad una maggior tutela del patrimonio agricolo/boschivo esistente, attraverso la costituzione di un Parco Sovracomunale e la predisposizione di idonei percorsi ciclabili protetti che ne permettano la fruizione, oltre ad incentivare una mobilità alternativa che, congiuntamente al potenziamento del trasporto pubblico, contribuisca a ridurre l’eccessivo traffico di veicoli a motore.

Comitato Cittadini Attivi NO allo Svincolo
Amici del Bosco di Origgio
adboriggio@libero.it 

1° maggio

E' Daniel Yapi Yapo, esponente di Ubuntu, che si presenta nella lista della Margherita

Un candidato consigliere a Palazzo Estense che viene dalla Costa d'Avorio

La vera notizia delle vicende elettorali varesine può essere questa, tra poco più di un mese: un nativo della Costa d’Avorio consigliere a Palazzo Estense. E’ Daniel Yapi Yapo, portavoce di Ubuntu, neonato movimento degli immigrati nel Varesotto e candidato consigliere comunale a Varese per la lista della Margherita.

Parte proprio da Varese l’idea di creare un vero e proprio movimento politico degli immigrati per scalare i pregiudizi, il razzismo, le leggi ingiuste che negano i diritti e passare all’azione proponendo la visione di chi l’immigrazione è costretta a viverla sulla propria pelle.

Si chiama “Ubuntu” e si è riunito per la prima volta il 18 febbraio scorso a Varese alla presenza dei rappresentanti di tutte le comunità etniche presenti in città: dai musulmani ai cingalesi passando per ghanesi, senegalesi, ivoriani, camerunensi e filippini.

Ubuntu significa “essere persona solo attraverso il riconoscimento delle altre persone”, un concetto  dell’umanesimo sudafricano che ha guidato il movimento di liberazione dall’Apartheid del popolo sudafricano colonizzato dai bianchi.

Da questo concetto Thierry Dieng, responsabile di Anolf Varese onlus, è partito per unire tutte le etnie di immigrati presenti nella Città Giardino sotto un’unica bandiera di tolleranza e convivenza.

Insomma, la comunità di immigrati inizia a contarsi e a voler contare chiedendo il diritto di voto, aprendo un dialogo con i politici come è stato fatto nei mesi scorsi con tutte le forze dell’Unione.

Daniel Yapi Yapo ha cinquantuno anni, una moglie e due figlie, ed è appunto il portavoce di Ubuntu. Ivoriano, Yapi Yapo ha trascorso più della metà della sua esistenza in Italia; è un cittadino italiano a tutti gli effetti, anche se ha la pelle di un altro colore. Varesino, impiegato in un’agenzia pubblicitaria di Milano, ha già ricoperto in città ruoli pubblici.

“I gruppi etnici, non solo quello ivoriano, sono importanti – osserva Yapi Yapo – perché servono a cementare un’identità. Ma è questa un’esperienza che va superata: gli immigrati hanno gli stessi problemi, a prescindere dalle loro origini. La nostra associazione è aconfessionale. Uno dei nostri obiettivi principali è che uomini di fedi differenti possano camminare assieme. In quanto immigrato in questo Paese ho avuto gli stessi problemi del mio fratello musulmano. Non c’è nessuno scontro di civiltà che mi divida da lui”.

Per informazioni: anolf.varese@cisl.it tel. 0332-283654.

27 aprile

In concomitanza con il concorso "In missione con l' Unicef"

Sabato 13 maggio: incontro a Sesto Calende con Linda Critelli di ritorno dal Congo per conto dell' Unicef


Il Comune di Sesto Calende e il Comitato Unicef della provincia di Varese organizzano per sabato 13 maggio 2006 un incontro con Linda Critelli. Ogni anno l’Unicef promuove un concorso denominato “In missione con l’Unicef”, grazie al quale una persona che adotta una pigotta ha l’opportunità di inviare una cartolina e di essere estratta a sorte per partecipare a una missione in un Paese in via di sviluppo durante le Giornate Nazionali di Vaccinazione. Nell’ottobre 2004 Linda Critelli è stata sorteggiata e così si è recata per una settimana in missione con l'Unicef Italia nella Repubblica Democratica del Congo in occasione di una grande campagna di vaccinazione contro morbillo e polio. Le Giornate Nazionali di Vaccinazione sono le più vaste campagne di immunizzazione organizzate dai Governi in cooperazione con l'Unicef, l'Organizzazione Mondiale della Sanità e le associazioni locali di volontariato, e rappresentano un'occasione unica per vedere con i propri occhi l'importanza vitale di questo settore di impegno dell’Unicef. Linda Critelli sarà ospite del Comune di Sesto Calende per raccontare ai ragazzi del Consiglio Comunale, ai volontari impegnati da cinque anni nel progetto “Adotta una Pigotta” e a tutti i cittadini, la sua importante esperienza. L'incontro si svolge presso la Sala Consiliare alle ore 10. Ingresso libero. In occasione dell'incontro i volontari sestesi del gruppo "Taglia e cuci pigotte", che ogni anno realizzano e offrono in adozione un centinaio di bambole, presenteranno una selezione della loro produzione. Per informazioni: Ufficio Servizi Sociali 0331.928180.  

27 aprile

Informazioni sui servizi bancari

PARTE LA CAMPAGNA “PATTI CHIARI” DEL MOVIMENTO CONSUMATORI DI VARESE

Dal 12 aprile 2006, MC di Varese aprirà la propria sede ai consumatori per far conoscere gli strumenti messi a punto dal Consorzio Patti Chiari

Parte a Varese il progetto banche-consumatori della campagna “Porte Aperte a Patti Chiari”, insieme alle Associazioni dei Consumatori. Ai cittadini che si recheranno nella sede del Movimento Consumatori saranno messi a disposizione tutti gli strumenti necessari per usare con semplicità e con immediatezza, grazie al supporto degli esperti dell'Associazione, le iniziative del Consorzio Patti Chiari.

Dal 12 aprile 2006, infatti, i consumatori potranno accedere alla sede MC di Varese in Piazza De Salvo n.5 il lunedì e il mercoledì dalle 15.00 alle 19.00 e richiedere consulenza su conti correnti, risparmio, servizi al credito. Il progetto vuole accrescere le conoscenze economico-finanziarie di una sempre più vasta parte della popolazione affinché possa confrontare i diversi prodotti bancari e operare scelte consapevoli.

I cittadini di Varese avranno a disposizione 8 ore settimanali di informazioni per 36 settimane. L'iniziativa è il risultato di un protocollo d'intesa a livello nazionale siglato dal Consorzio Patti Chiari e da nove Associazioni dei consumatori (Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Movimento Consumatori, Unione Nazionale Consumatori).

 Â«La sede varesina del Movimento Consumatori – dichiara il presidente Barbara Cirivello - ha aderito all'iniziativa “patti chiari" nella speranza di poter essere di aiuto ai cittadini fornendo loro tutte le informazioni necessarie per comprendere il contenuto dei contratti bancari ai quali aderiscono. Molte volte le clausole sono fitte e scritte con caratteri illeggibili ed altre volte sono talmente difficili da interpretare che mandano in confusione il consumatore». L'iniziativa è sostenuta dall'Abi per tentare di far riacquistare da parte degli utenti la fiducia nei confronti degli istituti bancari: «Fiducia che è vacillata a causa dei recenti crack finanziari, con le banche prime protagoniste in qualità di collocatori ed intermediari (Cirio, Parmalat, Giacomelli, Cerutti, Argentina). L'iniziativa vuole dimostrare agli utenti il cambio di rotta degli istituti bancari verso una strada di maggior trasparenza, anche se siamo solo agli inizi di un percorso ancora in salita che vede il Movimento Consumatori impegnato nella riduzione dei costi dei servizi bancari, che sono ancora, ingiustificatamente, tra i più cari di Europa».

 Per informazioni, chiamare al 0332.810569 o scrivere a varese@movimentoconsumatori

24 aprile

Lettera aperta ai candidati sindaco di Varese e ai candidati consigliere comunale e di circoscrizione

Il giorno 30 aprile 2006 UISP (Unione italiana Sport per Tutti) organizza in 80 città d’Italia la manifestazione "Bimbi in piazza", essa  ha lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza e gli amministratori sull’importanza di rendere le "città più vivibili", aumentando le occasioni di incontro tra le persone, ponendo tutti più attenzione alla qualità della vita nelle nostre città.

Bimbi in piazza  Ã¨ quindi un’occasione per vivere e far vivere ai nostri figli, in contemporanea in più città, una giornata di giochi e sport nelle vie e nelle piazze delle nostre città .

Uisp Varese promuove la manifestazione nei quartieri della nostra città , si svolgerà domenica 30 aprile dalle ore 15,00 in piazza De Salvo (quartiere Bustecche) e domenica 7 maggio presso il parco giochi di via Pergine   (quartiere San Fermo).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl