Parco San Paolo "prigioniero"

Parco San Paolo "prigioniero"Parco San Paolo "prigioniero" di pseudotifosi che prima e dopo la partita bloccano i residenti parcheggiandoillegittimamente, selvaggiamente auto e moto, distruggendo prati e alberi.

02/set/2006 20.06.00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Parco San Paolo "prigioniero" di pseudotifosi che prima e dopo la partita
bloccano i residenti parcheggiando
illegittimamente, selvaggiamente auto e moto, distruggendo prati e alberi.
"Quando gioca il Napoli o altre squadre, in primis la nazionale - denuncia
Salvatore Lauritano coordinatore Acusp (associazione contribuenti utenti
servizi pubblici) - non si può uscire dai palazzi, proibito rientrarvi per
il blocco totale della circolazione. Impossibile, tra l'altro, un pronto
soccorso...E l'Acusp ha denunciato questo gravissimo statu quo ai Vigili del
Fuoco, Protezione Civile, Polizia di Stato, Municipalità locale, per
prevenire eventuali incidenti e chiedere il rispetto del diritto di mobilità
per i cittadini.
I residenti di Fuorigrotta sono all'esasperazione. Per Lauritano non bisogna
attendere l'evento clamoroso per intervenire, ma occorre agire in tempo
utile perchè sia festa sugli spalti del San Paolo, ma anche per i cittadini
nelle loro case e per le strade libere dai blocchi di auto e moto private.
Occorre realizzare concretamente il potenziamento degli organici delle
Forze dell'Ordine impegnate al San Paolo, per essere vicino alla
gente,realmente.
Il Presidente dell'Acusp
Dr Alfredo Capasso
3398697687









blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl