Newsletter di Korazym N. 2006/43

24/set/2006 08.10.00 Korazym.org Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Settegiorni
il meglio della settimana di

Le polemiche del mondo islamico contro il papa. la morte di suor Leonella a Mogadiscio e l’esecuzione in Indonesia di Tibo e compagni. È stata una settimana delicata per la vita della Chiesa, arrivata alla ribalta delle cronache mondiali, che Korazym.org ha documentato passo dopo passo.

IL PAPA E L’ISLAM

Ancora polemiche sul discorso di Benedetto XVI a Ratisbona. Domenica scorsa all’Angelus, sono arrivati i chiarimenti del papa, seguiti da un’azione diplomatica della Santa Sede attraverso i nunzi apostolici che culminerà con un incontro di Benedetto XVI a Castel Gandolfo con gli ambasciatori dei Paesi musulmani e rappresentanti delle comunità islamiche presenti in Italia.

Su Korazym.org tutte le tappe della vicenda:
- Il papa all'Angelus: "Sono vivamente rammaricato"
- Al Qaeda contro il papa. E l'Iran chiede ancora le scuse
- Le vignette di al Jazeera. E se l'avessero fatto con Maometto?
- Campidoglio, un incontro di pace tra le religioni
- Hebron e Il Cairo. Non si arrende la protesta
- Ruini, solidarietà al papa. Aperto il consiglio permanente della Cei

LA MORTE DI SUOR LEONELLA

Una folla immensa a Nairobi per l'ultimo saluto alla suora uccisa domenica scorsa a Mogadiscio. Giovedì, nella parrocchia della Consolata di Nairobi c'era una folla immensa: autorità, amici, gente comune arrivata per rendere omaggio al sacrificio di una religiosa dal cuore grande. I funerali sono stati celebrati dall'arcivescovo di Gibuti e amministratore apostolico di Mogadiscio, mons. Giorgio Bertin, e concelebrata da altri due vescovi: monsignor Rovasi, che regge la diocesi di Marsabit (Kenya), e Peter Khairo, responsabile di quella di Nakuru, sempre in Kenya. "La morte di suor Leonella, uccisa insieme alla sua guardia del corpo, un musulmano, - ha detto nella sua omelia monsignor Bertin - è la prova che cristiani e musulmani così come muoiono insieme, possono vivere insieme". Dopo le esequie, la salma di suor Leonella è stata quindi tumulata nel convento delle suore di Nazareth a Kiembo, a 30 km a nord est di Nairobi, dove riposano molte altre consorelle. Intanto, ieri il papa ha ricordato il suo sacrificio, legandolo alla testimonianza dei martiri. La morte - I funerali - Le parole del papa

TIBO E COMPAGNI. GIUSTIZIATI

Alla fine li hanno fucilati. Fabianus Tibo, Marinus Riwu e Dominggus da Silva sono morti, giustiziati nella serata di ieri in un luogo imprecisato (forse l’aeroporto Mutiara) di Palu, in Indonesia. Pena capitale per i tre cittadini cattolici - rispettivamente 60, 48 e 42 anni - giudicati responsabili di un massacro di musulmani avvenuto durante gli scontri interreligiosi che insanguinarono la città di Poso nel corso del 2000. Per salvare “Tibo e compagni” (così come sono stati chiamati in questi anni) si erano mossi in tanti: svariate proteste internazionali, iniziative di Amnesty International e della Comunità di Sant’Egidio, anche un appello di Benedetto XVI. Tutto servito solamente a rinviare l’esecuzione, inizialmente prevista per lo scorso 12 agosto: un mese e qualche giorno di vita in più; poi venerdì sera, “giustizia” è stata fatta.La notizia

Su Korazym.org tutte le tappe della vicenda:
- Tre giorni per salvare Tibo e compagni. L'appello urgente della Comunità di Sant'Egidio
- Rinviata l'esecuzione di Tibo e compagni. Accolto l'appello del papa
- Indonesia: Tibo e compagni, la flebile speranza
- Tibo e compagni. Esecuzione fissata per giovedì

CASO MILINGO. IL PROGETTO DI UNA CHIESA PARALLELA

L'ex arcivescovo di Lusaka ricompare in New Jersey con la "moglie", in difesa dei preti sposati. Ma la battaglia contro il celibato non c'entra: i piani sono altri, questa volta senza la setta di Moon. Una storia esclusiva, raccontata da Korazym.org, attraverso le dichiarazioni di Franco Bucarelli, il giornalista che nel 2001 svolse un ruolo importante per far rientrare Milingo a Roma. La mediazione di 5 anni fa, lo scandalo di oggi.La notizia

BIOETICA. FACCIAMO IL PUNTO

Pacs ed eutanasia (o se preferite, unioni civili e testamento biologico): arriveranno presto sugli schermi del Parlamento, e già promettono montagne di discussioni e di inevitabili polemiche. Ci si chiede cosa accadrà, quali decisioni verranno prese a Montecitorio e a Palazzo Madama, quali testi saranno approvati e da chi. Ci si chiede se la contrapposizione sarà fra maggioranza da un lato e opposizione dall’altro o se invece il dibattito sarà trasversale agli schieramenti. E in molti aspettano con curiosità e interesse di valutare il ruolo svolto dai parlamentari cattolici, anche e soprattutto quelli che fanno parte della maggioranza di centrosinistra. Quali strategie dopo la rottura della trasversalità partitica lo scorso luglio? C’è spazio per una ricomposizione? A Korazym.org le opinioni di Paola Binetti, Carlo Casini e Maria Luisa di Pietro.La notizia

IL DIALOGO TRA CATTOLICI E ORTODOSSI

Passa da Belgrado la nuova stagione di dialogo tra chiesa cattolica e chiesa ortodossa. Fino a oggi, nella capitale serba i lavori della Commissione mista internazionale per il Dialogo teologico, l’organismo voluto da cattolici e ortodossi per discutere in modo paritario i nodi che ancora impediscono una piena unità. L’incontro di questi giorni è di straordinaria importanza perché è il primo dopo sei anni di interruzione (l’ultima sessione plenaria si svolse nel 2000 a Baltimora), in cui le due chiese hanno vissuto momenti non facili. Difficoltà e logica dei piccoli passi, ma anche veri e propri ostacoli, come la cosiddettaquestione ucraina, legata alla presenza della chiesa greco cattolica nell’ex paese sovietico.
- Cattolici-Ortodossi, a Belgrado riprende il dialogo
- Belgrado, cattolici e ortodossi continuano a dialogare

IL PAPA E I GIOVANI. A LORETO CI SARÀ

“Il governo è deciso a dare il più grande sostegno a questa serie di giornate bellissime in cui verranno giovani da tutte le parti del Mediterraneo raccogliendo l'invito del papa”. Il vicepresidente del Consiglio, Francesco Rutelli ha confermato così una notizia ufficiosa che tuttavia era nell’aria da tempo. All’Agorà dei giovani italiani, il grande incontro previsto a settembre del 2007, parteciperà anche Benedetto XVI. Rutelli ne ha parlato sabato, a margine della prima riunione del coordinamento organizzativo dell’evento, a cui ha partecipato tra gli altri anche il responsabile della Protezione civile Guido Bertolaso.La notizia

UN’AMICIZIA LUNGA 50 ANNI

“Nel 1952 il primo incontro: lui era professore di teologia e io studente”. Così inizia la rievocazione dei ricordi che legano mons. Engelbert Siebler, vescovo ausiliario di Monaco e Frisinga, a Benedetto XVI: “Da quando sono diventato direttore del seminario di Traunstein, lui ha passato le vacanze da noi circa 15 volte - continua scherzando il monsignore - c’è stato anche un periodo in cui io ero direttore e lui solamente professore”. Ultima visita del papa al seminario St. Michael, nel gennaio 2005. Il vescovo ausiliario di Monaco e Frisinga, monsignor Engelbert Siebler, tratteggia a Korazym.org il profilo di Benedetto XVI e di un’amicizia lunga più di 50 anni. L’intervista

LE ALTRE NOTIZIE

Numerose come sempre le iniziative, testimonianze e notizie segnalate da Korazym.org. Da alcune esperienze missionarie in Brasile al viaggio della pastorale giovanile di Caltanissetta aCracovia, dallafesta della famiglia di Firenze al messaggio del presidente della Repubblica perl’inizio della scuola, dalla prima lettera pastorale dell’arcivescovo di Napoliall’incontro internazionale di Calcutta promosso dalla comunità di Taizé. Senza dimenticare l’attualità con gli aggiornamenti sullo scandalo rifiuti in Costa D’Avorio e l’accordotra Chiesa e governo spagnolo.

GLI EDITORIALI

Spazio infine alle opinioni nei nostri STRILLONI, dedicati questa settimana alle polemiche sulle parole del papa (Tutte le facce (squallide) di una polemica eIslam e proteste: fuori dai denti) e all’invettiva di Aldo Busi contro i missionari (Aldo Busi contro i missionari. La stupidità e il disprezzo).

Non ci resta che augurare una buona lettura …

Grazie per la vostra attenzione!

Alla prossima …

La redazione di Korazym.org


Scrivi per

Korazym.org è nato tre anni fa, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù 2003, per comunicare le esperienze vissute, per dare continuità nel mondo dei media a percorsi di fede personali, per evidenziare esigenze e problemi umani e sociali.

Il quotidiano non profit on line Korazym.org è già un punto di riferimento per la tempestività e la precisione dell’informazione, grazie all’impegno dei giovani che lo sostengono animati dalla passione per il giornalismo e che svolgono la loro attività a titolo gratuito.

Per poter sviluppare ulteriormente il suo raggio d’azione, Korazym.org cerca nuovi collaboratori-volontari, spiritualmente motivati, che si propongano come giornalisti attenti e curiosi di tutto ciò che si muove nel mondo della Chiesa, dei giovani, della società in Italia e nel mondo. La collaborazione è libera e ispirata alla gratuità evangelica.

L'editore della nostra testata giornalistica, l’Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus-Associazione non lucrativa di utilità sociale, iscritta nel Registro regionale delle organizzazioni di volontariato della Regione Lazio - Sezione servizi sociali, è stata costituita il 31 gennaio 2004, memoria di san Giovanni Bosco, presso il Centro Internazionale Giovanile San Lorenzo a Roma.

Senza fine di lucro e con lo scopo esclusivo il perseguimento di finalità solidali a beneficio di persone svantaggiate in ragione di condizioni fisiche, psichiche, socio-economiche o familiari, per raggiungere tale scopo opera a favore della tutela dei diritti civili, della formazione e promuove la cultura della solidarietà attraverso l’uso della comunicazione e dell’informazione; utilizzando i nuovi mezzi multimediali, si propone di dare voce a tutti coloro che sono svantaggiati dalla specificità dei canali d’informazione, creando uno spazio d’interazione con gli utenti, promuovendo la partecipazione di chi è escluso dai normali canali di informazione.

Ti piacerebbe di collaborare con noi? Scrivi a Redazione Korazym.org.

Serena Sartini, direttore responsabile
Matteo Spicuglia, condirettore coordinatore
Stefano Caredda, vicedirettore

 


Per aiutare

a crescere

Essendo il quotidiano non profit on line Korazym.org uno spazio di discussione su argomenti che interessano i giovani, animato da un forte spirito di apertura e condivisione, tutti coloro che fossero interessati a collaborare possono farlo, mettendosi direttamente in contatto con la redazione:
Redazione Korazym.org

Abbiamo anche bisogno di offerte in denaro,
perché ci sono spese da affrontare
che non possono essere evitate
e non dipendono dal nostro impegno
e dalla nostra buona volontà.

Piccoli gocce d’acqua formano il mare ...
Piccoli granelli di sabbia formano il deserto ...
Piccoli gesti di solidarietà
possono aiutare Korazym a crescere,
a raggiungere tanti giovani
che, come voi,
si sono collegati a questo quotidiano non profit on line
nella speranza di vedere un po’ di luce,
di trovare una risposta,
di ascoltare una voce diversa
in mezzo alla cacofonia di questo mondo.


Conto BancoPosta 000053800553
ABI 07601 - CAB 14700 - CIN W
intestato ad Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus

Causale: Granello di sabbia


I partner di
 


Avvisi

Tenendo conto di alcune vostre segnalazioni, la Newsletter di Korazym.org ha una cadenza settimanale e contiene una selezione degli articoli più significativi.
Questo per evitare testi troppo lunghi e favorire una consultazione veloce.
Dunque, consultate Korazym.org per non perdere gli articoli pubblicati giornalmente e non necessariamente tutti elencati in questa Newsletter settimanale.
Grazie per la vostra attenzione e per l'entusiasmo con cui ci seguite!
 

  • Per contattarci non usare la funzione "rispondi a", ma clicca sul seguente link:
    Redazione Newsletter Korazym.org
  • Per comunicare con la redazione o per inviare informazioni e notizie, vi pregiamo di usare esclusivamente il seguente indirizzo (e dunque non l'indirizzo di Claudia Rossi da cui viene inviato questa Newsletter):
    Redazione Newsletter Korazym.org
  • In ottemperanza della Legge 675 del 31.12.1996, per la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, in ogni momento è possibile modificare o cancellare i dati registrati nella database della Newsletter di Korazym.org.
  • Nel caso le nostre informazioni non fossero di vostro interesse,è possibile evitare qualsiasi ulteriore disturbo, inviando una e-mail all'indirizzo:
    Cancellazione Newsletter Korazym.org
  • Per cancellarti da questa Newsletter o cancellare un indirizzo nel caso di ricezione multiple, clicca sul seguente link:
    Cancellazione Newsletter Korazym.org
  • Attenzione: l'e-mail di cancellazione deve essere inviato dall'indirizzo su cui si riceve questa Newsletter.

Newsletter di Korazym.org - Agenzia di informazione
Una produzione della Redazione del quotidiano non profit on line Korazym.org
Associazione Ragazzi-del-Papa Onlus

Testata giornalistica iscritta nel Registro della Stampa presso il Tribunale di Latina N. 838/04102005
Direttore responsabile: Serena Sartini - Condirettore coordinatore: Matteo Spicuglia - Vicedirettore: Stefano Caredda

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl