Pace, ad Agnese Ginocchio conferimento Premio Benemerenza 'Legalità e Pace'

Pace, ad Agnese Ginocchio conferimento Premio Benemerenza "Legalità e Pace" Pace, alla cantautrice della Pace Agnese Ginocchio il conferimento Premio Benemerenza per la "Legalità e Pace" Deasport, città di Bellona(Caserta) BELLONA (Caserta)- Bellona, la Città dei 54 Martiri per la Pace e la Libertà che lo scorso 7 ottobre 2006 ha rinnovato la memoria di dei cittadini che morirono nel 1943 per una feroce rappresaglia nazista, a distanza di una settimana vedrà realizzarsi ancora un altro

09/ott/2006 12.49.00 giovanni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Pace, alla cantautrice della Pace Agnese Ginocchio il  conferimento Premio Benemerenza per la 'Legalità e Pace'
Deasport, città di Bellona(Caserta)
 
 BELLONA (Caserta)- Bellona, la Città dei 54 Martiri per la Pace e la Libertà che lo scorso 7 ottobre 2006  ha rinnovato la memoria di dei cittadini che morirono nel 1943 per una feroce rappresaglia nazista, a distanza di una settimana vedrà realizzarsi ancora un altro evento che ha varcato i confini provinciali e regionali, assumendo la dimensione a carattere nazionale. 
Si tratta della manifestazione “Legalità è Pace”, giunta alla sua sesta edizione,  promossa da una benemerita associazione locale, la Deasport ( presidente Francesco Falco) conosciuta in ambito nazionale per l' impegno sociale, sportivo, umanitario e solidale. Lo slogan ideato dagli organizzatori, così recita: “Nella speranza di riuscire a convincere almeno una sola persona ad abbandonare l’omertà”. L'importante manifestazione che ha avuto il patrocinio della provincia di Caserta, Regione Campania, città di Bellona, città di Capua e Unicef, vedrà il conferimento di attestati di benemerenza a cittadini e associazioni che si sono distinti nella società e che sono stati di esempio per le azioni positive svolte a servizio della Pace e della legalità. Scopo della manifestazione è di voler indicare e spronare l’opinione pubblica a partecipare alla vita attiva nella società, a prendere coscienza delle proprie responsabilità, capire il valore del sentirci membri della cittadinanza e lavorare così per il bene comune e per la Pace, allontanando le azioni di illegalità, di violenza e di disordine. La pregevole manifestazione anticamorra che negli anni precedenti  veniva chiamata  "Legalità e altro..." da quest'anno ha assunto una nuova  denominazione e cioè "Legalità e Pace". Non si poteva pensare ad  un titolo migliore. E' stato infatti pensato di associare accanto al valore della Legalità, anche quello della Pace, non solo perchè i due valori camminano insieme e sono strettamente collegati fra se (senza Legalità non c'è Pace e viceversa), ma perchè proprio quest'anno la commissione della Deasport  ha deliberato di proporre per il conferimento delle benemerenze  fra i nominativi , anche alcune persone particolarmente distintesi per il loro impegno per la Pace. Fra queste la scelta e l'attenzione è ricaduta sul nome di un noto personaggio, ormai conosciuto nella nostra provincia di terra di lavoro e in Italia per il suo costante impegno per la Pace (alias la sua musica d'impegno per la pace). Si tratta della cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio, membro e rappresentante del movimento per la Pace, definita da molti la Joan Baez della Pace ed altri titoli...E' stata quindi la presenza di Agnese a spingere l'organizzazione a dare il titolo finale alla manifestazione di quest'anno, giunta alla sua sesta edizione. E proprio nella città di  Bellona, che una settimana fa la cantautrice, partecipando alla manifestazione dei 54 martiri di Bellona, fu oggetto di uno spiacevole episodio provocato dal comandante dei corazzieri del quirinale. Mentre la stessa si accingeva a mettersi in posa per la foto ricordo fra le guardie rappresentanti il presidente della repubblica, gli veniva intimato dal comandante delle stesse, di togliere immediatamente il vessillo Arcobaleno di Pace che ella portava con se, con il quale aveva sfilato lungo il corteo insieme ai gonfaloni, accompagnando tutto lo svolgersi della manifestazione, poichè pare (a parere del comandante) che ciò non fosse permesso. Tale gesto lasciò  un forte segno di sbigottimento di tutti i presenti, in particolare di Agnese Ginocchio e del fotografo, Nicola Barone. Dopo la profonda delusione della cantante della Pace, a distanza di una settimana  Agnese e quindi la Pace, ritorna a Bellona ad ergersi con tutto lo splendore dei suoi colori e delle sue note di Pace senza barriere e senza confini  con la consegna di una pregevole benemerenza da parte degli organizzatori(si precisa che non è la prima volta che la cantautrice per il suo impegno di Pace è stata ritenuta meritevole di ricevere  premi per la Pace) che la compensa dalle tante fatiche e anche delusioni a volte provate per chiusura e posizioni di parte verso la grande tematica della Pace... La cantautrice grata a Franco Falco presidente della Deasport e all'intera organizzazione per il conferimento ricevuto, augura all' Associazione umanitaria onlus della Deasport un proficuo cammino all'insegna della Pace e della Legalità, non dimenticando mai di sostenere chi è meno fortunato di noi in questo mondo. Pace e Legalità si costruiscono sulle basi della giustizia, nel rispetto della democrazia, svolgendo azioni concrete di solidarietà, difendendo i diritti umani a partire dai diritti dell'infanzia, cercando di essere Voce che grida contro le ingiustizie, le guerre e i soprusi nel mondo e cercando di alleviare le sofferenze dell'umanità, a cominciare dai più poveri, soli, emarginati , malati ed indifesi. Avere dunque un occhio al vicino e uno al lontano, questo è lo spirito del vero costruttore della Pace, del seminatore di speranza e dell' infaticabile provocatore di nonviolenza. In questo contesto Agnese desidera elevare un particolare pensiero dedicando questo conferimento di benemerenza ricevuto a quante persone che dal basso e nel nascondimento si impegnano ogni giorno per la costruzione di Pace e Giustizia nel mondo a partire dal nostro territorio, e che inoltre si impegnano per la difesa dei diritti umani, in quanto diritti della Pace. Fra queste persone Agnese desidera dedicare questo conferimento agli amici del Centro disabili Simona Carratù di Aversa(Ce), che da anni lottano per un diritto fondamentale: il diritto a vivere nel loro disagio una vita dignitosa. Non è giusto e non è un discorso di Pace e di Legalità lasciarli soli. Non devono sentirsi diversi o provare vergogna per il loro handicap, ma al contrario sentirsi accettati e amati. Loro più di noi tutti ci insegnano una grande lezione di vita, quella di andare oltre le barriere e i limiti umani, lottando per un sogno di vita e di speranza. La loro dunque è una  grande testimonianza di Pace nel mondo. Ce ne vogliono di persone così nel mondo, ce ne vogliono perchè attraverso loro abbiamo la capacità di fermarci, di riflettere sulle nostre azione e di imparare il valore della solidarietà. Auguro agli amici del centro Carratù di Aversa di non desistere, ma di continuare la battaglia, affinchè presto si possano risolvere tutti i loro problemi ed il sole della speranza possa tornare a risplendere nei loro cuori"!
Si riporta di seguito l'intero programma della manifestazione con i rispettivi nomi delle persone a cui saranno conferiti gli Attestati di Benemerenza per la Pace e la Legalità.
Domenica 15 ottobre 2006, alle ore 19,00, nell’Aula Consiliare della Città di Bellona(Caserta), la manifestazione avrà inizio con la presenza di emerite personalità dei diversi settori della comunità provinciale e regionale, come la dott.ssa Giuliana Ruggiero, il dott. Alessandro Di Nardo, il prof. Michele Spina, don Luigi Merola prete anticamorra, il dott. Enrico Milani, la dott.ssa Lucia Esposito e l’on. Americo Porfidia. Pres. Rosario De Julio - Consigliere della Suprema Corte di Cassazione - Roma “Camorra ed Istituzioni”. Con loro saranno presenti due testimonial: Silvana Fucito, presidente dell’Associazione Anticamorra “Donna Coraggio” di “San Giovanni” di Napoli e la dott.ssa Emilia Narciso, presidente del Comitato Provinciale di Caserta per l’UNICEF. Saranno conferiti gli Attestati di Benemerenza ai cittadini alle associazioni meritevoli come di seguito indicati: Barone Nicola, Dipendente ASL, Capua; Bellofatto Raffaele, Direttore Poste S. Maria C.V.; Boruni Paolo, Fisioterapista in Capua; Cafaro Pasquale, Presidente azienda agricola “Pascalotto” Bellona; Centore don Giuseppe, Poeta - Scrittore, Capua; Chillemi prof. Rosolino, Preside, Capua; Ciminale Franco, Arbitro internazionale di boxe, Capua; Della Cioppa dott. Giancarlo, Sindaco della Città di Bellona; Di Resta avv. Antimo, Vitulazio; Fierro Franco, Presidente di ReteCapua, Capua; Frizzi Prof.ssa Annunziata, pittrice di Pastorano; Fucito Silvana, Presidente Associazione Anticamorra: “San Giovanni”, Napoli; Fratelli Fusco, Responsabili di FuturaFusco, Bellona; Ginocchio Agnese, Cantautrice per la Pace, ALIFE; La Marra prof. Fernando, Preside, Capua; Natale Prof. Salvatore, Cultore della Musica, Napoli; Negro dott.ssa Ketty, Oculista, Bellona; Ricciardi Pietro, Responsabile sito di Pignataro Maggiore; Romano Prof. Luigi, Sindaco di Vitulazio; Scuola Danza “Cheope”, dott.ssa Amanda Vinciguerra, Bellona; Associazione “Insieme per l’Unità dei Popoli”, Presidente dott. Antonio Sabino, Pastorano.
info: www.deasport.it
 
info: www.agneseginocchio.it
 
 


 

__________________________________________________
Do You Yahoo!?
Poco spazio e tanto spam? Yahoo! Mail ti protegge dallo spam e ti da tanto spazio gratuito per i tuoi file e i messaggi
http://mail.yahoo.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl