CS FOCSIV - LA FAME: UN DRAMMATICO PROBLEMA DI GIUSTIZIA - PRESENTAZIONE DOCUMENTO "LA TERRA E' VITA"

12/ott/2006 18.00.00 Volontari nel mondo - Focsiv Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

COMUNICATO STAMPA

 

 

La fame: un drammatico problema di giustizia

 

 

 

 

Roma 12.10.06.  “La povertà di milioni di uomini e donne è la questione che più di ogni altra interpella la nostra coscienza umana e cristiana. La povertà pone un drammatico problema di giustizia.” Con questo messaggio tratto dal Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa si è aperta oggi la conferenza che ha presentato alla stampa presso Radio Vaticana il documento “La terra è vita. Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e il Sud del mondo.”, realizzato da Volontari nel mondo - FOCSIV insieme alle associazioni cattoliche italiane Coldiretti, Acliterra, Fai Cisl e UGC-Cisl.

 

“Ai principi della Dottrina Sociale della Chiesa, oggi sempre più attuali - ha dichiarato Sergio Marelli, Direttore Generale della FOCSIV -  ci siamo ispirati nella stesura di questo documento, per trarre indicazioni concrete per il nostro lavoro, per richiedere ai nostri governanti un’inversione di rotta decisa e urgente per chi vive giornalmente il dramma della fame e della povertà: 852 milioni di persone, che vanno a dormire la sera senza la garanzia di svegliarsi il giorno dopo con una qualità e una quantità di cibo sufficienti”.

 

Un dato drammatico che va con forza richiamato alla vigilia della Giornata Mondiale dell’Alimentazione - lunedì 16 ottobre - e soprattutto in occasione dello Special Forum della FAO del 30-31 ottobre 2006 a Roma, che a dieci anni dal Primo Vertice Mondiale sull’Alimentazione del 1996, riconvoca Capi di Stato e Governo per valutare gli impegni e le azioni finora intraprese per il dimezzamento della fame nel mondo.

 

“In vista di questo Vertice internazionale - ha sottolineato Marelli - vogliamo ribadire la nostra posizione sul diritto di accesso alla terra, al cibo, all’acqua quali diritti inalienabili per tutti gli uomini e le donne del pianeta. Nella Dottrina Sociale della Chiesa abbiamo letto una profonda critica al sistema del liberalismo economico e chiediamo pertanto che il modello di sviluppo imperante sia rimesso in discussione.”

 

Tra le problematiche messe in luce nel corso della conferenza risulta in primo piano la attuale crisi del sistema multilaterale quale serbatoio di soluzioni condivise a livello internazionale. Tutti gli interventi dei rappresentanti delle associazioni che hanno sottoscritto il documento, hanno richiamato l’urgenza di risolvere l’attuale fase di stallo attraversata dalle organizzazioni internazionali, in primo luogo dall’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC), per fare in modo che non prevalga “la legge del più forte”.

Sul piano dell’attualità, il documento affronta inoltre il controverso capitolo degli OGM: “gli Organismi Geneticamente modificati - ha detto alla stampa Marelli - non arrecano nessun vantaggio alle piccole e medie agricolture su scala familiare. Sosteniamo il “principio di precauzione”, condiviso anche dal Parlamento Europeo e mettiamo in guardia contro la grave minaccia che gli OGM possono rappresentare per la biodiversità e come causa di dipendenza dei paesi poveri nei confronti delle multinazionali che ne detengono produzione e distribuzione.”

 

Inoltre, la povertà e il mancato rispetto dei diritti rappresenta la prima causa del fenomeno delle migrazioni. Gli immigrati, oggi sempre più indispensabili ai sistemi economici dei Paesi ricchi, non detengono alcun diritto a decidere dove trascorrere la loro esistenza e dove far crescere i propri figli. E’ pertanto dovere dei nostri Governi affrontare tale fenomeno alla luce del diritto di cittadinanza e adottando una legislazione che sia rispettosa di tale diritto e che vada al di là della semplice regolamentazione dei flussi migratori, esprimendo un rifiuto esplicito verso ogni forma di muro o barriera nei confronti della persona umana.

 

Sono intervenuti alla conferenza stampa Mons. Paolo Tarchi, Direttore Ufficio Nazionale Problemi Sociali e del Lavoro della CEI, GianPaolo Salvini, Direttore responsabile de “La civiltà cattolica” e i rappresentanti delle associazioni che hanno contribuito alla realizzazione del documento: Coldiretti, Acliterra, Ugc-Cisl, Fai-Cisl.

 

  • Il documento “La terra è vita. Gli Obiettivi del Millennio e il Sud del mondo” può essere scaricato sul sito www.focsiv.it

 

Paola Amicucci

Ufficio Stampa Volontari nel mondo - FOCSIV
Tel. 066877796, 066877867- Fax 06 6872373
Cell. 328.0003609
E-mail: ufficiostampa@focsiv.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl