COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPAILGOVERNO DELL UNIONE CONFERMA LA PROPRIA VOCAZIONE PROIBIZIONISTADichiarazione diMarco Contini, Segretario dell Associazione PoliticaAntiproibizionisti.itROMA, 19 ottobre 2006 Il governo dell Unioneconferma la propria vocazione proibizionista.

19/ott/2006 16.49.00 Associazione Politica Antiproibizionisti.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ILGOVERNO DELL’UNIONE CONFERMA LA PROPRIA VOCAZIONE PROIBIZIONISTA

Dichiarazione diMarco Contini, Segretario dell’Associazione PoliticaAntiproibizionisti.it

ROMA, 19 ottobre 2006 – Il governo dell’Unioneconferma la propria vocazione proibizionista. Lo fa, in particolare,attraversol’operato di alcuni suoi ministri, a cominciare da quello della Salute.

Grande enfasi viene data al ddlapprovatooggi dal Consiglio dei Ministri che prevede, tra le altre cose,l’utilizzo deiderivati della cannabis nell’ambito delle terapie antidolore. Unprovvedimentodi questo tipo -  che trova peraltrotutto il nostro favore e la nostra approvazione - nulla ha a che fare,però, conl’antiproibizionismo. Si tratta, infatti, semplicemente di restituireallaprofessionalità dei medici ciò che finora, abusivamente, è stato lorosottratto, ovvero ciò che noi, da sempre, definiamo «libertàterapeutica».

Ciò che ha a che fare - e nonpoco - con ilproibizionismo è invece la decisione, inserita all’interno dello stessoddl, divietare la vendita e la somministrazione di alcolici sulle autostrade.Stralciatodalla Finanziaria, ora si cerca di riproporre questo provvedimento, alquale LiviaTurco pare essere particolarmente affezionata, non affrontando però ilproblemareale. Come già abbiamo sostenuto in passato, restiamo convinti delfatto chel’unico modo per giungere a un consumo responsabile e consapevole diqualunquesostanza (a maggior ragione quando ci si mette alla guida di un mezzo)non siaquella di farla “sparire” alla vista dei potenziali consumatori, maconsista,invece, nel garantire il massimo dell’informazione su quella sostanza esuisuoi effetti.

Il nostrotimore è cheuna simile restrizione, che porrà i consumatori/automobilisti - ancorain granparte disinformati e poco consapevoli - di fronte all’impossibilità diacquistare una bevanda alcolica all’Autogrill, finirà con l’indurliinevitabilmente col fare “il pieno” di bottiglie e lattine da portareinviaggio, saltando anche quelle poche tappe alle aree di servizio, utiliquantomeno per prendere un po’ di riposo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl