IMMIGRAZIONE : INTRODUCIAMO IL "SILENZIO ASSENSO" PER LE PRATICHE DI NATURALIZZAZIONE E UN SOTTOSEGRETARIATO PER I CITTADINI COMUNITARI

26/feb/2014 11.55.02 associazione euromediterranea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L’ Associazione Culturale Euromediterranea di Mulazzano (Lodi) esprime
soddisfazione per l’approccio costruttivo in tema di riforma della cittadina
espressa dal Primo Ministro, Matteo Renzi. Riteniamo che le politiche per i
migranti non si possano fermare alla questioni sullo ius soli. Come
associazione pensiamo che sia giunto il momento di attuare una serie azione a
favore dei cittadini comunitari presenti in Italia . Infatti , la stragrande
maggioranza dei cittadini stranieri residenti in Italia provengono da un paese
appartenete alla unione europea e i loro problemi, i loro doveri e i loro
diritti non vengono minimamente sfiorati, peratanto si potrebbe provvedere ,
all'interno del Ministero per le Politiche Comunitarie a nominare un
sottosegretario che si occupi di questi cittadini residenti i cui diritti di
cittadini comunitari sono spesso di difficile attuazione.”. I cittadini
comunitari in Italia hanno già diritto di voto alle elezioni comunali ed
europee ma bisogna semplificare le procedure e assolutamente allargarlo anche
alle elezioni regionali e politiche italiane.
Per quanto riguarda i cittadini non comunitari la prima vera grande riforma
sulla cittadinanza sarebbe quella di dare tempi certi alle domande di
naturalizzazione ,magari introducendo il principio del silenzio assenso


Dott Marco Baratto
Associazione Culturale Euromediterranea


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl