"Noi Utenti di bus e taxi"

12/nov/2006 21:20:00 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La sezione "Noi Utenti di bus e taxi" dell'Acusp scrive una lettera aperta
agli Assessori della Regione Campania Marco di Lello, Andrea Cozzolino e
Corrado Grabiele promotori della popolare e condivisibile iniziativa contro
la criminalità "Napoli non è perduta". Lettera indirizzata anche all'on
Riccardo Villari, al Senatore Sergio De Gregorio, rispettivamente promotori
di comitati per coinvolgere la Società civile e i Parlamentari della
Campania ed all'attivissimo Cardinale Crescenzio Sepe; tutti per la
Rinascita di Napoli. Nella lettera, l'Acusp dichiara la propria
disponibilità a collaborare e propone per ogni settore pubblico e privato
una banca dati indispensabile per contrastare la violenza metropolitana.
Per questo è necessario, che il Comune di Napoli attivi la partecipazione
dei cittadini, oggi negata per moltissimi. Basta ricordare che dal 2003 il
Sindaco Iervolino ha promesso la Consulta della Mobilità, che non è stata
fino ad oggi attuata ed i risultati negativi sul traffico e viabilità sono
ben noti a tutti, per capire qual è il rapporto tra cittadini e
Amministrazione comunale. Ma ora basta! Trascorsi i trenta giorni, previsti
dalla legge 241/90, l'Acusp denuncerà pubblicamente gli Amministratori che
non programmeranno incontri richiesti dalle Associazioni degli Utenti e
cittadini.
------------------------------
La lettera aperta
L'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici) ripropone al
Questore di Napoli tavoli di confronto per individuare zone cittadine a
rischio per autisti e viaggiatori dei mezzi di trasporti collettivi con la
partecipazione delle Associazioni di utenti, Cooperative di Tassisti e Auto
a noleggio con conducente, Società di Trasporto Pubblico e Private,
Sindacati)
L'Acusp ha istituito dagli anni 2000 la figura dell'Ausiliare al trasporto
pubblico; centinaia di soci che volontariamente segnalano al call center-on
line dell'Acusp (acusp@inwind.it)quanto di allarmante (scippi, atti
vandalici, borseggi, aggressioni, ecc) si registra nelle stazioni
ferroviarie, nei bus e treni. Non meno a rischio taxi ed altri mezzi di
trasporto su gomma e ferro.
Da questi constatazioni, l'Acusp sollecita provvedimenti per prevenire atti
vandalici, violenti contro i cittadini (poliziotti e carabinieri di
quartiere, videosorveglianza nelle stazioni ferroviarie ed a bordo dei bus,
all'ingresso delle corsie riservate a bus e taxi, ecc).
Settore per settore si combatte l'illegalità;insieme, poi, per lo sviluppo
economico, turistico, del lavoro
Il Presidente dell'Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
Dr Alfredo Capasso
3398697687













blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl