COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO STAMPASALDIDI FINE STAGIONEDichiarazione diMarco Contini, Segretario dell Associazione PoliticaAntiproibizionisti.itROMA, 13 novembre2006 In molti se nerallegreranno, tuttavia il provvedimento annunciato oggi dal MinistroTurco(che raddoppia il limite quantitativo di principio attivo per iderivati dellacannabis, oltre il quale si incorre nel reato penale) rischia dirivelarsi unacura peggiore del male.

13/nov/2006 18.20.00 Associazione Politica Antiproibizionisti.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

SALDIDI FINE STAGIONE

Dichiarazione diMarco Contini, Segretario dell’Associazione PoliticaAntiproibizionisti.it

ROMA, 13 novembre2006 – In molti se nerallegreranno, tuttavia il provvedimento annunciato oggi dal MinistroTurco(che raddoppia il limite quantitativo di principio attivo per iderivati dellacannabis, oltre il quale si incorre nel reato penale) rischia dirivelarsi unacura peggiore del male. Essendo invariato l’approccio proibizionisticoerepressivo del Testo Unico sugli stupefacenti, questo correttivo –limitato auna sola categoria di sostanze – che interviene in maniera del tuttoarbitrariae discrezionale sul solo elemento quantitativo, appare come un contentino concesso a una parte dell’elettorato dicentrosinistra (che forse si accontenterà o forse no, questo è davedersi) enon fa altro che alimentare ulteriormente la confusione.

Non è dato sapere in base a qualecriteriosia stato stabilito dal Ministro che la quantità dovesse essereaumentata del100% (perché non del 200, del 300 o del 50?), visto che a quanto parenon èstato consultato nessuno degli operatori del settore.

Ci chiediamo se il Ministro sisia avvalsonel prendere questa importante decisione della consulenza dellaCommissione diesperti preposta a coadiuvarne il lavoro. Quella stessa commissione -istituita, a suo tempo, da Francesco Storace - che tante polemicheriuscì asuscitare (soprattutto da parte dei parlamentari del centrosinistra)per la suacomposizione e che ora non si sa più che fine abbia fatto. Sul sitoufficialedel ministero non è possibile reperire in proposito alcunainformazione, nérisulta alcun comunicato ufficiale.
Delle due l’una: o il Ministro continua ad avvalersi della consulenzadegliesperti nominati dal governo di centrodestra (il cui incarico, inteoria,dovrebbe essere terminato già dal luglio scorso), o invece ha deciso difare ameno della Commissione. Essendo ragionevolmente possibile escluderel’ipotesiche si sia ritenuto di mantenere “segreti” i nomi dei membri di unaipoteticanuova Commissione, non comprendiamo il perché di questa mancanza.

Rilevate queste eccezioni dicarattere metodologico (tutt’altroche irrilevanti), su un piano più strettamente politico, l’unicaconsiderazioneche si può fare su questo provvedimento è che esso rivela non soltantolatotale assenza di una volontà politica - spesso annunciata e maiconcretizzatasi - finalizzata ad intaccare l’impianto originario della309/90,ma addirittura la totale incapacità di mettere in discussione ipresuppostiispiratori della più recente 49/2006, accettando supinamentel’impostazione cheGiovanardi, Fini e tutto il centrodestra hanno voluto dare a questalegge.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl